“Terremoto” alla Regione, Musumeci azzera la Giunta dopo voto all’Ars e attacca: “Disertori! Non mi dimetto”

“Terremoto” alla Regione, Musumeci azzera la Giunta dopo voto all’Ars e attacca: “Disertori! Non mi dimetto”

PALERMO – Giunta azzerata. Lo ha annunciato stasera il governatore Nello Musumeci a seguito della votazione di oggi pomeriggio all’Ars sulla nomina dei tre grandi elettori che giorno 24 gennaio dovranno andare a Roma per eleggere, insieme ai rappresentanti del Parlamento italiano, il nuovo presidente della Repubblica.

Il governatore, infatti, è giunto soltanto terzo al termine della sessione di voto. Un risultato che rischia di avere un peso determinante sull’esecutivo attuale.


Oggi pomeriggio è accaduto che al presidente della Regione sono mancati 7-8 voti circa rispetto a quelli previsti. Sono stato eletto lo stesso ma il dato politico rimane“, ha dichiarato Musumeci in un videomessaggio pubblicato sui propri canali social.

Musumeci: “Atto di intimidazione nei miei confronti”

Perché mancano all’interno della maggioranza questi voti, peraltro con voto segreto? Se fosse stato palese ne avrei avuti più di quelli previsti, probabilmente. Alcuni deputati hanno pensato di compiere nei miei confronti quello che, in gergo giudiziario, si dice atto di intimidazione“.

Si tratta di una resa dei conti, sono deputati che mi hanno fatto richieste irricevibili o con i quali, per una questione di igiene, non ho mai voluto avere rapporti“, continua Musumeci.

“Sette scappati di casa non mi condizionano”

Poi l’affondo: “Possono pensare questi sette scappati di casa che un presidente che non è stato condizionato dalla mafia possa essere condizionato da loro? Possono mai pensare di determinare una pressione esterna sul Governo? Possono mai pensare di esercitare qualunque tipo di richiesta trasversale?“.

Ho il dovere di dirvi che ho provato tanta amarezza“, sottolinea. Ciononostante, il governatore resta convinto che “questi disertori e ricattatori” debbano “essere abbandonati per strada“. “Questo Governo non ha padrini e non ha padroni” e resterà “a lavorare” per non “sopravvivere nel palazzo“.

“Non mi dimetto”

Azzero la Giunta. Faremo un esecutivo che deve portarci fino all’ultimo giorno di campagna elettorale. Un esecutivo responsabile. Parlerò con i rappresentanti dei partiti di Centrodestra, chiederò loro di darmi una rosa di assessori. Alcuni probabilmente saranno confermati e andremo avanti, fregandomene di questi mezzucci“, aggiunge ancora il presidente, il quale ha ribadito la volontà di non volersi dimettere.

Ci vogliono ben altri ostacoli per me, per quello che ho visto nella mia vita, per quello che ho superato. Tranquilli, non saranno alcuni atti di viltà politica a condizionare le mie scelte“, ha aggiunto.

Fonte foto: Screenshot video Facebook – Nello Musumeci