Il centrodestra fa il pieno di uninominali in Sicilia: Nello Musumeci eletto al Senato

Il centrodestra fa il pieno di uninominali in Sicilia: Nello Musumeci eletto al Senato

SICILIA – Il Centrodestra in Sicilia conquista 14 seggi all’uninominale, Camera e Senato, su 18. Vincerebbe, ancora mancano alcune sezioni, in 10 dei 12 collegi uninominali per la Camera dove si vota col maggioritario.

Solo nel collegio Sicilia 1 Palermo, quartiere Sette Cannoli, vince il M5s con Davide Aiello e nel collegio Sicilia 2 Messina vince il candidato di “De Luca sindaco d’Italia” Francesco Gallo.


Al Senato quattro dei sei collegi uninominali andrebbero ai candidati del Centrodestra. Solo nel collegio Messina vince Dafne Musolino della lista “De Luca sindaco d’Italia” col 30% seguita dalla candidata del centrodestra Carmela Bucalo col 29,4. Nel collegio Palermo Sette Cannoli vincerebbe la candidata del M5s Dolores Bevilacqua col 34, 10% seguita da Mario Barbuto del Centrodestra col 31,22%

Nel dettaglio, al Senato in Sicilia, il centrodestra è al 35,17%. FdI è al 18,46%, FI al 10,76%, Lega al 5,12% e Noi moderati allo 0,84%. Segue il M5s al 27,12%. Il Centrosinistra è terzo al 16,0%. Il Pd è dato al 11,78%, mentre Alleanza Verdi e Sinistra Italiana è al 2,01%, +Europa all’1,56% e Impegno civico allo 0,64%.

Mancano ancora alcune sezioni comprese nel collegio uninominale per il Senato a Catania, ma l’elezione dell’attuale governatore siciliano Nello Musumeci a Palazzo Madama è ormai certa. L’attuale presidente dimissionario della Regione, non ricandidato dal centrodestra per il bis a Palazzo d’Orleans al termine di un lungo tira e molla interno alla coalizione, trasloca a Roma grazie a un successo largo nel collegio etneo dove ha rappresentato tutta la coalizione con la spilletta di Fratelli d’Italia.

Con 884 sezioni scrutinate su 953, Musumeci ha al momento circa 142.272 voti: quasi 40mila in più rispetto alla Cinquestelle Giuseppina Rannone. Staccato Cateno De Luca, l’ex sindaco di Messina in corsa per la presidenza della Regione che aveva sfidato Musumeci anche nel collegio di Catania per il Senato: per lui 56.707 consensi.

Vincere le elezioni nazionali nel tempo di una crisi economica, di una guerra dentro i confini dell’Europa e, speriamo, nella coda finale di una emergenza sanitaria globale, è una responsabilità infinita – ha dichiarato l’ex assessore alla Sanità e delfino di Musumeci Ruggero RazzaSono contento per l’affermazione di FdI e per l’elezione del presidente Musumeci e di tutti i nostri rappresentanti al Parlamento nazionale“.

Foto di repertorio