Finanziaria Sicilia, dopo l’ok dell’Ars ora servono i soldi: il Governo cerca 830 milioni

Finanziaria Sicilia, dopo l’ok dell’Ars ora servono i soldi: il Governo cerca 830 milioni

SICILIA – A seguito del rush finale di ieri sera in Assemblea siciliana sulla manovra finanziaria, il Governo Musumeci dovrà proseguire il suo lavoro nel capoluogo siciliano.

Occorrono 830 milioni di euro per mettere in sicurezza il bilancio appena approvato. L’assessore all’Economia, Gaetano Armao, è ottimista sulla chiusura favorevole della trattativa al tavolo del Mef.


Una volta conclusa la questione finanziaria, l’aula ricomincerà a riunirsi il 24 maggio e successivamente l’attività parlamentare si fermerà almeno per un mese a causa delle elezioni amministrative in Sicilia.

Nel giro di tre ore sono state molteplici le norme approvate. Tra queste spicca la proposta dell’assessore alle attività produttive Mimmo Turano. Si tratta di 30 milioni di euro, riprogrammati da fondi europei, che saranno utilizzati come contributo allo ‘scivolo’ degli operai ex Blutec.

Altri 10 milioni di contributi riguardano le imprese della pesca per abbattere il caro gasolio (si tratta di una norma del gruppo Attiva Sicilia): l’assessorato regionale per l’Agricoltura con decreto stabilirà criteri e modalità di erogazione.

Cinquetento mila euro sono destinati ai Carnevali storici, altri 500mila euro alle donne affette da patologie oncologiche e di alopecia con un contributo di 300 euro per l’acquisto di parrucche.

Altri 500mila euro agli enti che gestiscono le riserve naturali, 100mila euro all’Arpa Sicilia per realizzare il software che permetterà di analizzare i dati della rete di monitoraggio delle zone industriali. Sono 200mila euro quelli finalizzati agli incentivi ai cittadini che acquistano un’auto elettrica, 400mila euro quelli per il sito minerario di Castelluccio-Tabuna e la messa in sicurezza della limitrofa casina rossa di Castelluccio Streppenosa.

Duecento mila euro invece saranno stanziati per istituire la sede dell’Enoteca regionale a Vittoria, 100mila euro per i Comuni della provincia di Ragusa per garantire l’accesso al mare ai diversamente abili tramite l’uso di apposite passerelle e, infine, 160mila euro al completamento dell’iter di realizzazione del Museo regionale di Sciacca.

Foto di repertorio