Regione estende lo stato di crisi e di emergenza ad altri sei Comuni: l’ELENCO completo

Regione estende lo stato di crisi e di emergenza ad altri sei Comuni: l’ELENCO completo

SICILIA – La Giunta della Regione Siciliana ha esteso ad altri sei Comuni lo stato di crisi e di emergenza, già dichiarato lo scorso 24 ottobre per numerose zone dell’Isola a causa dei danni provocati dal maltempo nei giorni 25, 26 e 30 settembre e il primo, il 9 e il 13 di ottobre.

Su proposta del dipartimento regionale di Protezione civile guidato da Salvo Cocina, la Giunta regionale ha esteso il provvedimento, della durata di sei mesi, ai seguenti Comuni:


  • Vita, Calatafimi Segesta e Salemi nel Trapanese;
  • Vittoria nel Ragusano;
  • Caltabellotta e Montevago nell’Agrigentino.

La decisione è stata presa per attivare ulteriori iniziative che possano garantire una maggiore capacità di risposta operativa sul territorio, ritenendo valide e motivate le richieste avanzate dai Comuni.

La Regione Siciliana aveva dichiarato lo stato di crisi e di emergenza il mese scorso per i danni provocati dal maltempo nel 2021. Il provvedimento, firmato a seguito della relazione predisposta dal dipartimento regionale della Protezione civile, era stato inizialmente riconosciuto per:

  • Trapani, Paceco, Partanna, Campobello di Mazara, Mazara del Vallo, Erice, Valderice, Castelvetrano, Misiliscemi e Castellammare del Golfo, nel Trapanese;
  • Agrigento, Santa Margherita di Belice, Sambuca di Sicilia, Menfi, Cammarata, Comitini, Naro, San Giovanni Gemini e Sciacca, nell’Agrigentino;
  • Niscemi, in provincia di Caltanissetta;
  • Palermo, Carini, Corleone e Contessa Entellina, nel Palermitano;
  • Enna, Piazza Armerina, Barrafranca e Pietraperzia, nell’Ennese;
  • Ragusa e Modica, nel Ragusano;
  • le Città metropolitane di Messina e Catania.