Terremoto di Santa Lucia, Musumeci ricorda morti e rovine: “Sicilia tra regioni più esposte al rischio sismico”

Terremoto di Santa Lucia, Musumeci ricorda morti e rovine: “Sicilia tra regioni più esposte al rischio sismico”

SICILIA – A trent’anni dal ‘terremoto di Santa Lucia‘, del 13 dicembre 1990, che causò morti e rovine, la Sicilia rimane tra le regioni d’Italia più esposte al rischio sismico. Resta ancora tanto da fare sul piano infrastrutturale, ma oggi sappiamo almeno di disporre nella nostra Isola di una struttura di intervento molto più organizzata ed efficiente“.

Sono le parole con le quali il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha ricordato il 30esimo anniversario del terremoto di Santa Lucia.


Attraverso un post pubblicato sulla propria pagina Facebook, il governatore dell’Isola ha aggiunto: “La Regione Siciliana – Dipartimento Regionale della Protezione civile dispone di una presenza su tutto il territorio regionale, con un ricco parco-mezzi e può contare su un sistema di volontariato organizzato formato da 600 associazioni, al cui interno esistono tutte le professionalità utili ad affrontare emergenze grandi e piccole. A tutti loro, su qualsiasi fronte impegnati, va il mio apprezzamento per il lavoro che compiono con professionalità e serietà in tutte le situazioni di emergenza, a cominciare dalla drammatica pandemia che ha colpito l’umanità“.

Conclude Musumeci: “Dobbiamo fare della Sicilia un esempio nazionale di volontariato, preparato ed efficiente. E siamo già sulla buona strada“.

Fonte immagine Facebook – Regione Siciliana