Presunti appalti truccati servizi ambulanze, 13 avvisi di chiusura indagini

Presunti appalti truccati servizi ambulanze, 13 avvisi di chiusura indagini

SICILIA – La Procura di Pavia ha notificato 13 avvisi di chiusura della indagini ad ex dirigenti dell’Asst di Pavia e amministratori della First Aid, una cooperativa con sede legale a Pesaro, per un’inchiesta che nel marzo del 2021 aveva portato all’arresto di quattro persone, nonché all’esecuzione di perquisizioni e sequestri di documentazione e apparati informatici non solo in Lombardia, ma anche in Marche, Lazio ed in Sicilia per presunti appalti truccati nell’assegnazione dei servizi di trasporti sanitari.

A darne notizia è oggi una nota diffusa dalla Procura di Pavia e firmata dal procuratore Fabio Napoleone e dal sostituto Roberto Valli.


L’ipotesi di reato è associazione a delinquere finalizzata alla commissione di numerosi delitti: turbativa d’asta, frodi nelle pubbliche forniture, caporalato e reati fiscali. Il valore complessivo degli appalti truccati ammonterebbe, secondo quanto è emerso dall’indagine, a circa 11 milioni di euro.

Nell’ambito della stessa inchiesta, nell’ottobre del 2021 il il Tribunale di Pavia, su richiesta della Procura, aveva disposto il sequestro preventivodell’intero compendio aziendale della cooperativa – si legge nel comunicato della Procura -, il cui patrimonio è di circa 5 milioni di euro, oltreché il sequestro per equivalente di circa 200mila euro in capo ai caporali“.