Natale e rientro dei fuorisede, ritornano i voli sovraprezzati: i costi superano i 250 euro

Natale e rientro dei fuorisede, ritornano i voli sovraprezzati: i costi superano i 250 euro

SICILIA – Le feste natalizie sono oramai alle porte e con esse si avvicina la frenesia di regali, preparativi e spese pre-cenone e pranzo di Natale. Le festività natalizie portano con sé sempre molto gioia e quest’anno più che mai, dopo il Natale 2020 che ci ha lasciato con l’amaro in bocca, la voglia di passarlo con amici e parenti è più forte.

Purtroppo, però, come ogni anno, emergenza Covid e non, sono tanti i fuorisede, soprattutto studenti, che, a causa degli eccessivi rincari dei costi dei voli, non possono permettersi di tornare nella nostra amata Isola e tra le braccia di genitori, familiari e amici in occasione di una delle feste più attese dell’anno.


Abbiamo deciso, così, di fare un indagine del costo dei voli nei giorni di festa. Abbiamo preso in considerazione i voli con partenza il 23 di dicembre e i rientro i primi di gennaio. Le date in questione sono passate sulla fine delle lezioni nelle università e la media di giorni di ferie disponibili.

I voli dei costi (diretti e con un solo bagaglio a mano), purtroppo, sia che siano in territorio nazionale che non, si aggirano oltre i 250 euro di media (tenendo conto quanto suggerito da Google e dalle varie compagnie aeree):

  • Roma – Catania: intorno a 200 euro
  • Milano – Catania: intorno a 300 euro
  • Londra – Catania: intorno a 370/450 euro
  • Parigi – Catania: intorno 300/350 euro

Purtroppo, ai già carissimi costi dei voli, vanno aggiunti, soprattutto nei caso di voli internazionali, i costi dei vari tamponi (molecolari e/o rapidi) richiesti per poter accedere nel suolo italiano e poter rientrare nei paesi di provenienza. Tali costi aggiungono un rincaro che puoi variare dai 50 fino a oltre i 100 euro aggiuntivi.

Consigli per passare un Natale a distanza

Qualora, come abbiamo potuto vedere, non fosse possibile rientrare a causa dei rincari, non bisogna farsi prendere dallo sconforto. Infatti, come abbiamo già potuto comprendere l’anno scorso, la tecnologia ci viene in aiuto e ci permette di stare socialmente vicini anche se fisicamente lontani. Allora, ecco a voi dei semplici consigli per svolgere un pranzo in compagnia attraverso una videochiamata:

  • Il primo passo da fare è informare le persone con le quali si vuole passare il pranzo o il pomeriggio, magari creando una chat di gruppo su WhatsApp o su altri social con servizio messaging. Quest’ultima, oltre a essere utile per fornire link e informazioni per l’accesso alla videochiamata. La chat servirà anche per creare un vero “servizio di assistenza” qualora vi fossero problemi nei collegamenti;
  • successivamente bisogna provvedere a scegliere la piattaforma più opportuna per poter fare la videochiamata. Bisogna sempre prestare attenzione a quale si sceglie, poiché, dovendo fare un pranzo, il tempo sarà più dilatato e alcuni supporti hanno un limite massimo di minuti nelle versioni gratuite;
  • per chi è amante della cucina, o anche perché a bisogno di un supporto per provvedere alla preparazione dei piatti, una grande idea prima del pranzo potrebbe essere contattare un amico/parente/genitore e cucinare insieme a esso le prelibatezze per il proprio pranzo natalizio;
  • non c’è Natale senza tavola imbandita: anche se distanti, non bisogna dimenticarsi di decorare, ove possibile, la tavola e di apparecchiarla come si farebbe se ci fossero gli invitati. Questo può creare un ambiente più caldo e vicino al focolare familiare;
  • ultimo passo: non resta che mangiare tutti insieme, magari coordinandosi sulle varie portate per sembrare ancor di più uniti. Infine, ricordate di rispettare sempre le regole di netiquette (non troppi microfoni accesi ed evitare foto indesiderate).