Sicilia, 15 milioni di euro dalla Regione per aree di attrazione naturale: ecco quali

Sicilia, 15 milioni di euro dalla Regione per aree di attrazione naturale: ecco quali

SICILIA – Sono stati finanziati i primi 11 interventi di tutela e valorizzazione delle aree di attrazione naturale in Sicilia, per un valore di oltre 15 milioni di euro.

Gli interventi riguardano la tutela e valorizzazione di aree di attrazione naturale di rilevanza strategica (in ambito terrestre e marino, paesaggi tutelati) per consolidare e promuovere processi di sviluppo (ne avevamo parlato qui).


Tre degli 11 progetti (su un totale di 42 previsti) riguardano la provincia di Catania, tre quella di Messina, due di Palermo, uno di Trapani, uno di Ragusa e uno di Enna.

“Si tratta di interventi importanti con riferimento alla tutela e valorizzazione di aree naturali di rilevanza strategica in ambito marino, terrestre e paesaggistico che così possono aumentare il potenziale di fruizione e attrazione in termini di sviluppo. In ragione della rimodulazione dei fondi, siamo molto fiduciosi circa la copertura delle restanti opere in graduatoria, così come è nel modus operandi del governo Musumeci ne daremo comunicazione ufficiale all’indomani della effettiva approvazione”, dice l’assessore regionale al Territorio e ambiente, Toto Cordaro.

Nel Catanese il contributo andrà all’Ente Parco dell’Etna “per l’individuazione, il recupero e la ristrutturazione di sentieri pedonali e pedonali-ciclabili all’interno del Parco”, mentre gli altri due interventi sono a cura dell’Università di Catania – Cutgana, e riguardano la realizzazione di un orto botanico e di un museo naturalistico nella riserva orientata naturale di “Isola Bella”.

Ancora, è prevista la creazione di sentieri natura nella zona speciale di conservazione “Vallone” di Piano della Corte, ad Agira, in provincia di Enna. Nel Messinese, invece, saranno realizzate tre opere. Nel Comune di Mandanici si procederà alla valorizzazione dell’area boscata, con la creazione di un eco-sentiero che colleghi la Riserva “Fiumedinisi e Monte Scuderi” e il sentiero Italia-Regione Sicilia. Previsti anche la riqualificazione del Monte Castello fino all’interno del Parco fluviale dell’Alcantara, a cura del Comune di Francavilla di Sicilia, e l’intervento per la valorizzazione del sentiero della Grotta del Lauro del Comune di Alcara Li Fusi.

In provincia di Palermo il contributo verrà affidato al Comune di Corleone per la tutela e fruizione del sito delle “Cascate delle Due Rocche” e al Comune di Ustica per migliorare la fruizione delle aree naturalistiche dell’isola. A Trapani verrà promosso il progetto del Comune di Alcamo per interventi di tutela e valorizzazione delle aree naturali della riserva di Monte Bonifato e del Parco suburbano “S. Francesco”.

A Ragusa verrà finanziato l’intervento per la valorizzazione, la tutela e la fruizione del sito “Foce del Fiume Irminio“, a cura del Comune di Ragusa. A Enna, invece, il finanziamento permetterà la realizzazione di un sistema di fruizione sostenibile.

Fonte immagine: Regione Siciliana