Sicilia, primi interventi per abbattere i consumi energetici, dai pannelli ai mezzi aziendali green

Sicilia, primi interventi per abbattere i consumi energetici, dai pannelli ai mezzi aziendali green

SICILIA – La Sicilia diventa protagonista grazie a Poste Italiane e alla sua Green Strategy di una serie di interventi per l’abbattimento dei consumi energetici, che contribuirà a raggiungere l’obiettivo di zero emissioni i CO2.

“Circa un miliardo dei 3.1 d’investimenti stanziati con il nuovo piano industriale 24 Sustain & Innovate – ha dichiarato l’Amministratore delegato di Poste Matteo Del Fantesarà destinato alla sostenibilità. Ma noi non lo consideriamo un costo bensì un investimento sul futuro. Già oggi il 95% del fabbisogno di energia elettrica delle Poste proviene da fonti rinnovabili e intendiamo sostituire l’intero parco veicoli”.


Già 5 progetti sono stati già avviati nella Provincia di Trapani: il progetto Led che sostituirà nella sedi aziendali dei corpi illuminanti con lampade fluorescenti dotate di tecnologia Led che porterà ad un’abbattimento del 50% circa sui consumi di energia elettrica.

Il progetto “Smart Building” che prevede un investimento di 450mila euro tra il 2021-2022 in Sicilia, che porterà alla sostituzione di caldaie e impianti di climatizzazione e quindi si pensa che si avrà un risparmio del 15% di energia e del 10% sul gas.

Inoltre col progetto “Serbatoi” si prevede la piantagione di alberi e siepi e la realizzazione di un sistema di raccolta dell’acqua negli uffici postali di Petrosino, Vita, Salaparuta, Poggioreale e Custonaci.

Attivo anche il progetto per il Fotovoltaico che prevede nel territorio trapanese l’installazione di 3 impianti medio/grossi, ed inoltre per le strade del trapanese si possono trovare oltre 40 mezzi aziendali green a basso impatto ambientale per la distribuzione della posta.

 

Foto di repertorio