Tempo di bilancio sociale all’I. C. “G. Marconi” di Paternò

Tempo di bilancio sociale all’I. C. “G. Marconi” di Paternò

PATERNÒ – L’I.C. “G. Marconi” ha concluso il percorso di autovalutazione iniziato dal DPR n. 80/2013, che tutte le scuole hanno realizzato a partire dall’anno scolastico 2014-2015 attraverso i Rapporti di Autovalutazione (RAV) e i conseguenti Piani di Miglioramento (PdM), con la pubblicazione della Rendicontazione Sociale sulla piattaforma del Sistema Nazionale di Valutazione, come previsto dal MIUR con la nota n. 10701 del 22 maggio 2019.

Attraverso la Rendicontazione Sociale si vuole rendere conto degli impegni assunti, dell’uso delle risorse, dei processi attivati e dei risultati perseguiti, evidenziando in primo luogo il raggiungimento delle “Priorità” e dei “Traguardi” che erano stati fissati nell’ambito della procedura di autovalutazione, degli effetti sociali prodotti nell’ambito di un dialogo tra la scuola e i propri stakeholder (studenti, famiglie, comunità locali, ecc.) finalizzato al miglioramento delle performance.


La gestione del processo di rendicontazione, al pari di quello di autovalutazione interna, è stata messa in atto dal Dirigente Prof.ssa Maria Santa Russo, coadiuvato dal Nucleo Interno di Valutazione (NIV) e dal Referente per la Valutazione, Prof.ssa Katia Gristina, coinvolgendo tutta la comunità scolastica, incoraggiando la riflessione interna e promuovendo momenti di incontro e di condivisione delle finalità e delle modalità operative dell’intero processo.

Poiché la Rendicontazione o Bilancio sociale è uno strumento che permette alle istituzioni di misurare le performance della scuola in termini di efficienza (miglior utilizzo delle risorse disponibili), di efficacia (raggiungimento degli obiettivi), di equità (la scuola come costruttore del bene comune per le giovani generazioni) ricorrendo a opportuni indicatori, è stato necessario renderlo pubblico per far conoscere la propria visione etico-culturale e i valori su cui ogni scuola si scommette.


I docenti, le famiglie, gli studenti, gli stakeholder tutti, potranno prendere visione del documento, sul Portale “Scuola in Chiaro” al seguente link: https://cercalatuascuola.istruzione.it/cercalatuascuola/istituti/CTMM84201C/g-marconi-paterno/?fbclid=IwAR1Ip5xdTOaQlFfVaMbxC8eXabMePDQc45o3LNtXXG-QT43u-sjKMGHqoUM

Il percorso verso la Rendicontazione sociale ha rappresentato per la scuola un momento di riflessione sui propri obiettivi, sulla mission, sulle scelte effettuate e sulle azioni compiute, per realizzare un processo di miglioramento, oltre che un’occasione per incentivare la formazione alla cultura della responsabilità e dell’accountability di tutto il personale scolastico, un input a promuovere innovazione e miglioramento continuo delle proprie performance, un momento di dialogo, confronto, partecipazione, collaborazione con l’intera comunità scolastica e con i propri stakeholder e l’occasione per verificare l’esistenza di un sistema organizzativo coerente con le esigenze della valutazione, del monitoraggio, della rendicontazione, della comunicazione.

La Professoressa Katia Gristina sostiene: “La pubblicazione del documento di Rendicontazione Sociale spetta a tutte le scuole; noi ne siamo orgogliosi in quanto rappresenta un momento di trasparenza attraverso il quale emerge l’impegno e il lavoro che noi docenti insieme al Dirigente abbiamo realizzato in questi anni, con dedizione e perseveranza, attraverso le molteplici e variegate attività, che hanno contribuito a dare un volto nuovo alla nostra scuola”.

La scuola nel triennio 2016/2019 ha rafforzato le azioni di prevenzione e di contrasto del fenomeno della dispersione scolastica che è sensibilmente diminuito; grazie alle molteplici azioni realizzate per innalzare le competenze di base dei nostri studenti e favorire il successo scolastico, il processo formativo e di apprendimento dei nostri allievi è in gran parte migliorato: la distribuzione degli studenti per fasce di livello evidenzia una maggiore concentrazione nella fascia medio-alta e c’è un significativo incremento delle eccellenze. Sulla base dei risultati delle prove INVALSI, nell’ambito del Piano di Miglioramento messo in atto con il SNV, sono state compiute azioni mirate proprio al miglioramento delle competenze chiave. La scuola si avvia verso un processo che tende agli standard nazionali e, consapevole dei processi in piena evoluzione positiva, sta lavorando alacremente sia in direzione di un curricolo agito sia in direzione di un’accurata valutazione delle competenze degli studenti.

Il personale dell’Istituto Comprensivo Marconi di Paternò e di Ragalna – dichiara il Dirigente – condivide la mission, dichiarata nel PTOF, emersa nel RAV, rendicontata nel Bilancio Sociale e vissuta nella attività quotidiane, quale orizzonte e rotta delle attività professionali dei docenti e del personale tutto: accogliere, promuovere e sostenere la formazione di cittadini motivati, competenti e responsabili, orientando tra esperienza e innovazione, diventando punto di riferimento nel territorio e contribuendo attivamente al suo sviluppo sociale e culturale, con la formazione di studenti con solide basi culturali europee, capacità logico-critiche, metodo di studio autonomo e produttivo, competenze (EQF) diverse, ma tra loro complementari. Il nostro obiettivo resta quello di perseverare nel binomio innovazione e tradizione, prerogative peraltro che hanno da sempre caratterizzato la nostra scuola, per promuovere una scuola aperta e interessata, un laboratorio nel quale sperimentare, una scuola che privilegia un modello cooperativo che dà centralità all’allievo, ai suoi talenti e intelligenze e allo sviluppo delle competenze; un programma complesso che, coniugando strumenti e confronto metodologico, permetta alla scuola di migliorarsi e di migliorare la propria strategia didattica. Coerentemente con questo obiettivo, le nostre proposte formative mirano a promuovere sempre l’interazione fra la scuola e la società, lo sviluppo delle competenze e non solo delle conoscenze, la valorizzazione di tutte le differenze, la collaborazione e la creatività, il tutto ancorato a una cultura dell’evidenza. Le scelte educative, curricolari, extracurricolari e organizzative sono finalizzate all’individualizzazione e alla personalizzazione delle esperienze per il recupero delle difficoltà, per il potenziamento delle eccellenze, per la valorizzazione del merito; allo sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica; allo sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza e al rispetto della legalità, della sostenibilità ambientale, dei beni paesaggistici, del patrimonio e delle attività culturali.

L’impegno, la professionalità, la dedizione alla scuola dimostrati da tutti i docenti, oltre che essere motivo di orgoglio per me, mi danno fiducia ed energia nuova per progettare un futuro di sempre maggiore qualità del nostro servizio scolastico”.

WhatsApp Image 2019-12-31 at 12.01.22
« 1 di 4 »