Razzismo sui social, gli studenti organizzano “P2P”: un laboratorio per contrastarlo

Razzismo sui social, gli studenti organizzano “P2P”: un laboratorio per contrastarlo

CATANIA – Sono aperte le iscrizioni al laboratorio di comunicazione online organizzato e realizzato all’Università di Catania, grazie alla collaborazione tra il dipartimento di Scienze politiche e sociali e EdVenture Partners, nell’ambito del progetto “Peer to Peer: Facebook Global Digital Challenge”.

Si tratta di un’iniziativa finalizzata allo sviluppo di una campagna di comunicazione online volta al contrasto dell’estremismo e dell’odio sui social media su scala globale. Il progetto ha ricevuto il patrocinio del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e di Facebook, offrendo la possibilità agli studenti universitari di attuare le competenze acquisite durante gli anni di studio attraverso la progettazione e la realizzazione di una campagna mediatica che miri a informare e sensibilizzare l’utente in modo da ostacolare ed estirpare l’estremismo e l’odio verso “l’altro” sui social media.



L’Università di Catania, per la sua campagna, ha proposto per quest’anno il tema “social media and migration” che sarà in competizione con quelle di altre università  mondiali; i realizzatori delle tre migliori campagne avranno la possibilità di presentare il loro lavoro a Washington DC dove verrà premiata la più efficace.

Il laboratorio di Unict prevede un numero massimo di 20 studenti (laurea triennale e magistrale) dell’Ateneo di Catania con incontri e seminari che si terranno nel secondo semestre dell’anno accademico 2017/2018 e saranno coordinati dal professore Guido Nicolosi, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi.

Commenti