Quattro chiacchiere e tante maschere… I ragazzi dell’Alberghiero “Pestalozzi” al Carnevale di Gravina di Catania - Newsicilia

Quattro chiacchiere e tante maschere… I ragazzi dell’Alberghiero “Pestalozzi” al Carnevale di Gravina di Catania

Quattro chiacchiere e tante maschere… I ragazzi dell’Alberghiero “Pestalozzi” al Carnevale di Gravina di Catania

GRAVINA DI CATANIA – Dal 22 al 24 febbraio gli alunni dell’Istituto Onnicomprensivo Pestalozzi sono impegnati al Carnevale di Gravina di Catania, allietando le varie sfilate di gruppi mascherati con la vendita delle tradizionali chiacchiere e delle mascherine ricoperte di cioccolato e di glassa, realizzate dagli alunni della IV e della V dell’indirizzo Enogastronomico nel nuovo laboratorio di pasticceria, sotto la sapiente guida della docente di cucina, prof.ssa Cettina Fazzina.

Lo stand, decorato con i disegni realizzati dai bimbi della V C della Scuola Primaria del plesso di Viale Nitta e altri addobbi, è stato allestito dalla Vicepreside, Ins. Maria Piana, mentre i docenti prof. Donato Ciulla e prof.ssa Francesca Passalacqua hanno supervisionato la confezione dei prodotti dolciari ad opera di Alessandra Battaglia, Fabiola Indelicato, Melania Lumia, Graziana Messina, Lorena Raciti, Lucia Sapienza e Grazia Seminara, studentesse della II A.


L’insegnante Piana e i professori Carmen Arena, Donato Ciulla, Marianna Nicotra e Simona Sciuto si stanno avvicendando allo stand, coadiuvati dalle alunne Gaia Barcella, Susy D’Aquino e Sonia Pignalli, frequentati il triennio di Enogastronomia e di Accoglienza Turistica.

Anche per questo evento esterno il Dirigente Scolastico, prof.ssa Elena Di Blasi, ha invitato gli alunni a cogliere l’ennesima occasione per mettersi in gioco e misurarsi con se stessi sia nella produzione che, successivamente, nella confezione dei prodotti e nella vendita, che stanno gestendo autonomamente.

Dopo la partecipazione allo Sherbert Festival, svoltosi lo scorso mese di settembre, i ragazzi stanno per concludere un’altra esperienza che li coinvolge in ambito fieristico, di forte valenza formativa, che permette loro di fare conoscere la realtà dell’Istituto Alberghiero, mentre i proventi serviranno a coprire le spese di gestione didattica e a promuovere la realizzazione di altre idee progettuali.