Loading...

“Percorsi d’autunno” al Circolo Didattico “G. Fava” di Mascalucia

“Percorsi d’autunno” al Circolo Didattico “G. Fava” di Mascalucia

MASCALUCIA – Se Antonio Vivaldi rappresentava l’autunno in musica con la descrizione del dio romano Bacco, con la vendemmia e con la caccia, adeguato appare il pensiero di Albert Camus, conosciuto scrittore e filosofo francese, il quale affermava che: “L’autunno è una seconda primavera, quando ogni foglia è un fiore.

In effetti la stagione autunnale regala ai suo spettatori immagini d’autunno che cambiano continuamente la loro prospettiva porgendo agli sguardi di tutti noi momenti diversi dello stesso soggetto. Basti pensare al colore cangiante delle foglie che allontanatesi dai rami iniziano a cambiare le proprie sfumature rossastre ed arancioni per assumere i colori dell’oro o del bronzo. Ricordare con appuntamenti festosi l’alternarsi delle stagioni  diventa dunque una magica opportunità intrinseca e distintiva, utile a mettere in risonanza il ritmo perpetuo dell’anno che scorre, in assonanza ed obbedienza al succedersi del tempo, scandito dal tocco maestro dell’universo.



Anche quest’anno i giovani allievi del Circolo Didattico “G. Fava” di Mascalucia, guidato dal Dirigente Scolastico prof.ssa Maria Gabriella Capodicasa, hanno vissuto una giornata gioiosa ed intensa dedicata all’autunno, perseguendo il motto, già coniato negli anni precedenti nella scuola, secondo il quale: “Vivere le stagioni celebrandone i tratti salienti è un bel modo di vivere e fissare il tempo, conoscerne il divenire ordinato e ciclico, condividerne i colori e i sapori. In un mondo pervaso da una conoscenza spesso evanescente e superficiale, compito della scuola diventa dunque il cercare di inculcare negli studenti il desiderio della conoscenza e la piacevolezza nel farlo. Ecco allora perché la celebrazione dell’autunno“.

L’evento, che ha avuto luogo il 29 ottobre scorso, curato dal lavoro sinergico delle referenti dei progetti continuità, conteneva nella sua finalità didattico-educativa la promozione di un percorso di osservazione-esplorazione della realtà circostante, che gradualmente, in concomitanza all’alternarsi delle stagioni estate-autunno, subisce metamorfosi, tingendosi di colori di straordinaria e suggestiva bellezza. In altre parole un foliage in cui i bambini potessero ammirare ed esprimere creativamente nelle svariate modalità espressive i colori dell’autunno.


La bellissima manifestazione ha coinvolto sia le classi della scuola primaria che le sezioni della scuola dell’infanzia dei tre plessi scolastici. I colori, i profumi caratterizzanti l’atmosfera della stagione autunnale hanno ispirato gli alunni nella realizzazione di prodotti originali e fantasiosi, allestiti in ogni classe con l’utilizzo di svariate tecniche sia pittoriche che di collage, sia attraverso la messa in atto di laboratori creativi e sinergici a classi aperte. Non sono mancati attività di drammatizzazione, di canto, di poesia, che hanno regalato ai bambini e ai loro insegnanti gioiosi momenti di convivialità e bellissime emozioni. Variopinti e festosi i banchetti allestiti per l’occasione dai docenti lungo i corridoi della scuola e guarniti dalla ricca esposizione di frutti e dolci tipici autunnali che con i loro odori hanno invaso i locali della scuola. Festosi i momenti di convivialità che hanno visto grandi e piccini nella degustazione delle caldarroste, arrostite nei locali esterni dei plessi, che hanno ancor più rallegrato i momenti della “pausa merenda”, perché gustate insieme ai buonissimi dolcetti preparati dalle mamme in occasione dell’evento.

Presenza, anche stavolta particolarmente attiva da parte dei  genitori, che ancora una volta ha sottolineato l’importanza di una collaborazione fattiva scuola-famiglia, utile a sottolineare una continuità educativa garante, sinergica e condivisa per lo sviluppo armonico ed integrale dei bambini.

« 1 di 2 »

Articolo redatto in collaborazione con la dott.ssa Francesca Passalacqua