Passato e presente si ritrovano... Spedalieri vive! - Newsicilia

Passato e presente si ritrovano… Spedalieri vive!

Passato e presente si ritrovano… Spedalieri vive!

CATANIA – Ed ecco, un pomeriggio di gennaio, la statua decide di non essere più statua. L’abate Nicola Spedalieri per qualche ora, per una notte, smette di essere bronzo, ed è pronto, lui in persona, a raccontare, a guidare, ad insegnare ancora. Spedalieri vive!

La VI edizione della NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO, venerdì 17 gennaio dalle ore 18 alle ore 24, sarà un ricco susseguirsi di attività volte a promuovere il valore formativo degli studi classici, un momento di orientamento didattico ma anche una festa, un’occasione per raccontare il modo di fare scuola, tra una versione di Greco e una lezione di Filosofia, performance, mostre fotografiche, letture, laboratori teatrali, esperimenti scientifici, eventi artistici.

La scuola si apre alla città, con la sua identità, e si mostra, coi suoi studenti, docenti, ex allievi, a tutti coloro che desiderano vivere per una notte l’esperienza del “classico”. Passato e presente si ritrovano insomma, e si riconoscono in un progetto comune, condiviso e continuamente rinnovato.

Alle ore 19,30 presso l’Auditorium si ricorderà la Prof.ssa Graziella La Pergola, che proprio in questa scuola è stata guida per generazioni di studenti, nei quali ha saputo infondere, attraverso il suo prezioso insegnamento, l’amore per l’Arte e per il Bello, con passione, garbo e professionalità impareggiabili. E così, in debito di gratitudine nei suoi confronti, la Scuola le dedica, in questa sentita occasione, la Sala Docenti e la I^ Edizione del Premio La Pergola, nato con lo scopo di promuovere nelle nuove generazioni, la creatività, la cura della Bellezza e il rispetto per il Bene Culturale.


Tale evento vedrà la premiazione degli studenti che abbiano creato un prodotto artistico innovativo.

A seguire, dalle 21 in poi, verranno presentati con orgoglio gli spettacoli dei pluripremiati laboratori teatrali, gruppi musicali e ballo finale in palestra.

È mezzanotte, l’Abate Nicola Spedalieri, soddisfatto e un po’ stanco per le tante emozioni, decide di rientrare nel suo silenzio di bronzo. “E noi, tutte le mattine entrando a scuola, lo saluteremo con una riverenza ed un sorriso d’intesa“.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com