Maturità 2018, è il turno della terza prova: ultimo “quizzone”, dal prossimo anno si cambia

Maturità 2018, è il turno della terza prova: ultimo “quizzone”, dal prossimo anno si cambia

PALERMO – Addio “quizzone”, i 500mila maturandi del 2018 saranno gli ultimi a cimentarsi oggi con la temuta terza prova scritta.

Nella maggior parte dei casi la prova si presenta sotto forma di test, su 4 o 5 discipline, a risposta aperta, multipla o forma mista, pensato e predisposto dalla commissione giudicatrice.

Ultima volta per il “quizzone”, dunque, visto che dal prossimo anno, in base alle novità introdotte dalla Buona scuola bis nel 2017 dal governo Renzi, la terza prova scritta verrà sostituita da un test Invalsi per verificare le competenze dei maturandi in Italiano, Matematica e Inglese che si svolgerà (al computer) un paio di mesi prima degli esami.

Una prova che costituirà requisito necessario per accedere agli esami, insieme con la sufficienza in tutte le discipline e all’avere svolto le ore di Alternanza scuola-lavoro previste dalla legge 107.



Dal 2019, quindi, l’esame di Maturità sarà composto da tre prove in tutto: due scritti, più l’orale.