L’Istituto “De Felice-Olivetti” fiore all’occhiello di Catania. Dirigente De Francesco: “Raggiunti risultati importanti”

L’Istituto “De Felice-Olivetti” fiore all’occhiello di Catania. Dirigente De Francesco: “Raggiunti risultati importanti”

CATANIA –  La dirigente Anna De Francesco, da due anni a guida di uno dei più antichi istituti della città di Catania, il De Felice Olivetti, ha saputo, con sapiente guida, traghettare la scuola in un momento importante come il centenario della struttura (festeggiamenti organizzati dalla professoressa Maria Tripoli).


Nel corso di questi due anni ha intessuto ottimi rapporti non solo con il personale scolastico e con i discenti, ma anche con il contesto esterno e con le varie associazioni.


Tra le associazioni con cui la Dirigente si è trovata a collaborare si ringrazia “Merito e riconoscimento per la tutela dei diritti nella scuola”, il cui presidente è il professor Carmelo Marchese e il legale l’avvocato Silvestro Di Napoli.


Nello specifico, si è mirato a far rispettare dalle autorità competenti la normativa relativa alla legge del 5 febbraio 1992 n. 104, in modo tale da far riconoscere, ove necessario, il massimo delle ore di sostegno.



Negli ultimi mesi con l’arrivo dell’emergenza e la scelta da parte del Ministero della Pubblica Istruzione di far seguire agli studenti le lezioni tramite la Dad, gli assistenti alla comunicazione che hanno usufruito della consulenza hanno potuto continuare a svolgere le loro attività e non andare in cassaintegrazione.

“Lavorando in piena sinergia e metodo – dichiara la Dirigente – siamo riusciti a raggiungere obiettivi più che soddisfacenti”.