L'Istituto Comprensivo "G. Marconi" celebra con ViviSimeto la "Giornata internazionale del risparmio energetico" - Newsicilia

L’Istituto Comprensivo “G. Marconi” celebra con ViviSimeto la “Giornata internazionale del risparmio energetico”

L’Istituto Comprensivo “G. Marconi” celebra con ViviSimeto la “Giornata internazionale del risparmio energetico”

PATERNÒ – Alta l’attenzione dei ragazzi dell’Istituto Comprensivo “G. Marconi” di Paternò (CT) che si è registrata quest’oggi nella sala Bianca di Navarra su delicati ma coinvolgenti temi che riguardano la Tutela e la Salvaguardia dell’Ambiente.

L’iniziativa “18 febbraio 2020 – Giornata internazionale del risparmio energetico”, viene perpetuata nel mondo ed è stata accolta dal Ministero dell’Istruzione sin dal 2015. La ricorrenza è volta a sensibilizzare tutti i cittadini sul tema della sostenibilità ambientale e dell’efficienza energetica. L’Agenda 2030 si propone, per tal fine, di realizzare nel prossimo decennio 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs), puntando i riflettori sull’insostenibilità dell’attuale modello di sviluppo, non solo sul piano ambientale, ma anche su quello economico e sociale. In questo modo viene definitivamente superata l’idea che la sostenibilità sia unicamente una questione ambientale e si afferma una visione integrata delle diverse dimensioni dello sviluppo.


La Giornata Internazionale del Risparmio Energetico è stata istituita il 16 febbraio 2005, con l’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto. ll 2020 è stato battezzato come l’anno Internazionale della salute delle piante secondo l’UNESCO e l’ONU. Il tema è stato trattato armoniosamente da due esperti in materie ambientali dell’Associazione di volontariato ViviSimeto: la dott.ssa Elisa Coppola (vigente Presidente dell’omonima Associazione) e il prof. Luigi Puglisi, “decano” dell’Associazione.

Ad accogliere i due relatori e a dare l’avvio alla conferenza, la Dott.ssa Daniela Ciaramella (funzione strumentale Area 1) e la Dott.ssa Marika Tripi (secondo collaboratore del Dirigente), con un folto numero di studenti interessati all’argomento.

In apertura la Dott.ssa E. Coppola ha fatto una premessa sul termine “Ambiente”, che fu usato per la prima volta agli inizi del 1800 dal poeta danese Jaean Baggensen, in lingua tedesca con la parola umwelt: quest’ultima deriva dai termini “um” che significa attorno e “welt” mondo, quindi tradotto letteralmente sta ad indicare “il mondo che sta attorno”. Questa affermazione, sottintende la presenza centrale di un osservatore, rappresentato da un qualsiasi organismo vivente e tende a rappresentare il “mondo” intorno ad esso, esortando gli studenti alla cura e al rispetto dell’Ambiente che ci ospita.

Di seguito, la relatrice ha sottolineato l’importanza vitale degli alberi e delle api per l’ecosistema e delle fonti energetiche naturali, come il sole, il vento, l’acqua con utili suggerimenti riguardo il risparmio energetico.

Prosegue il Prof. L. Puglisi discutendo di argomenti chiave dell’iniziativa: riciclare, riparare, riutilizzare, nell’ottica di uno stile di vita più sostenibile. Numerosi consigli pratici sono stati dettati dalla dott.ssa Coppola riguardo gli sprechi, per esempio come quelli alimentari, energetici, per un corretto stile di vita, volto alla eco-sostenibilità.

Altra giornata di sensibilizzazione in termini di educazione ambientale sarà quella del 6 marzo 2020 “M’illuminio di meno”, dedicata all’aumento del verde intorno a noi. Anche in questa occasione l’Istituto Comprensivo “G. Marconi”, proseguirà con la visita di una azienda paternese di impianti fotovoltaici e di pale eoliche, per un futuro che si indirizzi verso l’efficientamento energetico.

Il Prof. Puglisi dichiara che l’Istituto “Marconi”, qualche anno fa, in seno a un P.O.N. scolastico sul tema di sostenibilità e risparmio energetico, ha seguito fedelmente queste linee guida attraverso l’acquisto di pannelli fotovoltaici montati sul tetto del medesimo Istituto. Il fotovoltaico è, infatti, una delle principali fonti di produzione elettrica da energia rinnovabile, proveniente dal Sole. Il beneficio della tecnologia dei pannelli fotovoltaici garantisce l’assenza di emissioni inquinanti.

Prosegue ancora la Dott.ssa Coppola illustrando un’altra fonte naturale di energia rinnovabile, cioè l’energia eolica, che si basa sulla forza naturale del vento, che deriva dallo spostamento continuo delle masse d’aria sul nostro pianeta. Questa potenza meccanica può essere utilizzata per compiti specifici (ad esempio, la macinazione di grano o il pompaggio dell’acqua) o tramite un generatore che può convertire questa potenza meccanica in energia elettrica.

Numerose le domande dei ragazzi che sono stati, inoltre, coinvolti con dei test collettivi sulle loro abitudini domestiche nei confronti del corretto uso di alcuni oggetti tecnologici, quali lampadine a led a risparmio energetico, computer, caloriferi, elettrodomestici e dell’importanza del camminare a piedi invece di usare automobili che emettono metalli pesanti inquinanti (Piombo, Zinco), dannosi per la salute, oppure l’utilizzo della bici, ove è possibile.

L’incontro si è concluso con la citazione di alcune frasi celebri a tema tra i quali ricordiamo la seguente: “Gli uomini non riescono a capire quale gran rendita costituisca il risparmio” di Cicerone.

Si ringrazia per l’invito e per l’ospitalità la Prof.ssa Maria Santa Russo, Dirigente dell’Istituto, le docenti Daniela Ciaramella e Marika Tripi per l’attenta organizzazione dell’evento.

Articolo redatto in collaborazione con la Dott.ssa Elisa Coppola