Istituto Comprensivo "G. Marconi", la scuola non si ferma: continua la missione anche durante la sospensione delle attività didattiche - Newsicilia

Istituto Comprensivo “G. Marconi”, la scuola non si ferma: continua la missione anche durante la sospensione delle attività didattiche

Istituto Comprensivo “G. Marconi”, la scuola non si ferma: continua la missione anche durante la sospensione delle attività didattiche

PATERNÒ – Con il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 4 marzo 2020 che ha disposto, per tutte le istituzioni scolastiche del territorio nazionale, la sospensione delle attività didattiche fino al 15 marzo 2020, le misure già adottate per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 sono state ulteriormente confermate “per la durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei Ministri 31 gennaio 2020”.

Dimostrando una preziosa capacità di reagire all’emergenza, per quanto concerne l’attività amministrativa e l’organizzazione delle attività funzionali all’insegnamento, il Dirigente dell’Istituto Comprensivo “G. Marconi” di Paternò e Ragalna, prof.ssa Maria Santa Russo, allo scopo di adottare le misure più idonee in relazione alle specifiche caratteristiche della struttura e alla necessità di contemperare la tutela della salute con le esigenze di funzionamento del servizio, aveva immediatamente comunicato ai Docenti del suo gruppo di lavoro di pensare a un piano di attività con gli studenti per tutto il periodo di sospensione e di registrare quanto programmato su uno spazio condiviso.


Pertanto, venerdì 6 marzo sono stati convocati dal DS i Collaboratori del Dirigente, le FF.SS. il Team Digitale, i Responsabili del Sostegno e dei DSA, i Responsabili di plesso e i coordinatori di Dipartimento per valutare le risorse multimediali fornite da diverse piattaforme per l’apprendimento a distanza, alcune delle quali, peraltro, già in uso dai docenti della scuola, dato che, in supporto al curricolo d’istituto, spesso ci si avvale del digitale.

Il team digitale, in particolar modo, ha dichiarato che da tempo nell’Istituto si utilizzano le piattaforme multimediali on line per la didattica innovativa, quali: “Edmodo”, “Padlet”, “WeSchool”, “Fidenia” che, specie nell’attuale circostanza di emergenza, costituiranno una preziosa risorsa per gli alunni di Primaria e Secondaria, e tutti concordano, per la prossima settimana e fino a nuove disposizioni ministeriali, sull’utilizzo della nuova risorsa fornita del Registro Elettronico in adozione nell’Istituto: “AXIOS IMPARI”, a cui accedere tramite password.

Il Collaboratore del DS, Ins. Marika Tripi sostiene: “La strategia più efficace è raggiungere gli alunni attraverso videolezioni, considerato che, specialmente alla Scuola Primaria, è imprescindibile dalla formazione il dialogo educativo, la comunicazione visiva con gli alunni e il potersi interfacciare con le famiglie”. Il Prof. Antonio Calì aggiunge: “Le strategie pensate in questi giorni devono farci riflettere su come poter migliorare la nostra didattica, per poter raggiungere gli alunni in un momento di sospensione legato all’emergenza nazionale, ma tenendo sempre presente che, se pensiamo al ruolo del Docente quale educatore e non semplice dispensatore di contenuti e conoscenze, è prioritario il contatto con alunni e famiglie, per mantenere l’efficacia del nostro servizio”. La responsabile INVALSI Prof.ssa Gristina, concorda sulla necessità di inviare agli alunni i link per le esercitazioni on line rivolte alle classi terze della Scuola Secondaria di I grado, tenendo conto che “non tutte le famiglie degli alunni hanno la possibilità di un collegamento a Internet”.

I Proff.: Rosario Spina e Angela Virgillito, Responsabili del gruppo Docenti di Sostegno, unitamente con la referente DSA/BES Ins. Rosaria Chiara, affermano che: “È necessario venire incontro a tutte le famiglie e alle loro reali situazioni: per questo motivo i docenti di sostegno hanno già comunicato alle famiglie degli alunni con disabilità, con cui hanno quotidiano contatto, le attività personalizzate e individualizzate che possono essere svolte, anche con un monitoraggio a distanza”. Anche i Responsabili della Scuola dell’Infanzia Paternò-Ragalna, Ins. Laura Fiorito e Giusy Rizzotti, dichiarano che si attiveranno tramite i rappresentanti di classe, fornendo loro indicazioni per condividere materiale didattico, in modo da coinvolgere e sensibilizzare le famiglie dei piccoli Marconini alle problematiche attuali.

Il DS, principale responsabile del sistema educativo della scuola Marconi, conclude: “Nella fase attuale di emergenza sanitaria e sociale nazionale, con la priorità di garantire il presidio dell’Istituzione scolastica, le necessarie ed eventuali interlocuzioni con gli Enti competenti, il coordinamento delle operazioni e ai fini del corretto andamento dell’istituzione e delle eventuali iniziative volte a facilitare il diritto all’istruzione degli studenti, la scuola è, e deve rimanere un punto di riferimento per i nostri alunni e alunne, come lo è la famiglia.
La nostra scuola si è preparata ad affrontare tale situazione e, per assicurare all’utenza il prosieguo educativo-didattico, per non perdere il contatto socio-relazionale con i bambini e i ragazzi e per mantenere un clima rassicurante e di serenità ha programmato ‘modalità di didattica a distanza’. Tenendo conto delle strumentazioni in possesso dalle famiglie, delle fasce d’età degli studenti e della competenza di tutti i docenti in parte derivata da attività di formazione specifica ancora in atto e dal funzionamento presso il nostro Istituto di alcune classi digitali, sono stati scelti strumenti ideati appositamente per l’insegnamento attivabili immediatamente, per cui saranno attuate modalità di formazione mediante l’utilizzo di Social Learning quali Weschool, Fidenia, ‘Edmodo’, ‘Padlet’, e si utilizzerà lo spazio dedicato presente nel registro elettronico in uso, visto che ormai è uno strumento conosciuto ed è perfetto per la condivisione di materiali e per la pianificazione del lavoro da svolgere. È indispensabile che tutta la comunità educante, specialmente nella drammaticità della situazione, venga raggiunta e che gli alunni tutti siano costantemente monitorati dai docenti di ogni ordine di Scuola, nell’ottica di fare il meglio possibile per migliorare l’apprendimento degli studenti. per un’azione quanto più possibile efficiente ed efficace, che faccia sempre sentire vicina e presente la figura del Docente e del sistema Scuola alle famiglie”.

L’Istituto “G. Marconi” di Paternò e Ragalna continuerà la sua missione specifica come luogo di incontro educativo e sociale anche virtuale, se necessario, interpretando opportunamente il senso che gli strumenti digitali assumono nel contesto della società moderna.