In arrivo 200 nuovi dottorati finanziati dalla Regione siciliana

In arrivo 200 nuovi dottorati finanziati dalla Regione siciliana

PALERMO –La filosofia del piano è quella di bloccare la fuga di cervelli e di creare intorno alla scuola un sistema di servizi sociali che blocchi la dispersione scolastica“, esordisce così l’assessore regionale all’istruzione, Mariella Lo Giudice, in un’intervista al Giornale di Sicilia dove ha comunicato la nuova iniziativa del governo della Regione Sicilia che prevede il finanziamento per 200 nuovi dottorati.

Questo nuovo piano prevede come prima cosa lo stanziamento di 24 milioni di euro per aprire le scuole dell’obbligo anche in fascia pomeridiana, creando così anche dei nuovi politecnico – professionali. 

Questa idea nasce dal fatto che negli ultimi 10 anni il fenomeno della fuga di cervelli è stato in forte crescita, agevolato sopratutto dalla crisi economica che sta affliggendo l’Italia, motivo per cui il progetto dell’assessore Lo Bello non si vuole limitare agli istituti superiori coinvolgendo così anche le università. 

Nel caso universitario sono 15 milioni di euro i fondi previsti per l’istituzione dei dottorati di ricerca, che vedrà coinvolte le università di Palermo, Catania, Messina e Enna e su questo l’assessore dichiara: “Abbiamo già creato un tavolo tecnico – spiega l’assessore Lo Bello – con il ministero, i rettori delle quattro università siciliane e il Cnr. Presto saremo pronti a pubblicare il bando. Noi siamo pronti a investire 15 milioni e attendiamo di conoscere la cifra che mettera’ a disposizione il ministero. In ogni caso, posso garantire che verranno creati 200 nuovi dottorati all’anno per i prossimi tre anni.”

Commenti