Il “Maggio dei libri” nell’I.C. “P. S. Di Guardo-Quasimodo” di Catania: un mese intero per diffondere l’amore per la lettura

Il “Maggio dei libri” nell’I.C. “P. S. Di Guardo-Quasimodo” di Catania: un mese intero per diffondere l’amore per la lettura

CATANIA – Come ogni anno l’I.C. “P. S. Di Guardo-Quasimodo” di Catania aderisce al “Maggio dei libri proponendo ai propri studenti e ai propri docenti un calendario ricco di attività, di letture e di incontri letterari. Tutto ciò avviene grazie al lavoro prezioso di coordinamento delle docenti referenti all’educazione alla lettura (l’insegnante Anna Cacciola e la prof.ssa Angela Nicolosi) e dei partner con cui la scuola lavora da anni (tra cui Nati per Leggere e la libreria Roda Libri).

Leggere è un’attività che ha molteplici benefici e aiuta la crescita emotiva, mentale, culturale degli alunni”, afferma la Dirigente Scolastica prof.ssa Simona Maria Perni. “La nostra scuola ogni anno partecipa alla proposta ministeriale con diverse attività e anche quest’anno abbiamo deciso di non far perdere questa opportunità ai nostri alunni usando gli strumenti multimediali a nostra disposizione”.


La prof.ssa Angela Nicolosi, in accordo con gli insegnanti dei tre ordini e considerando anche le attività svolte negli anni passati, ha strutturato molteplici attività rivolte sia agli alunni e al personale scolastico dell’istituto, che a chi ha a cuore la lettura.

Il centro di tutto è il blog di letture della scuola, avviato tre anni fa e aggiornato quasi quotidianamente (https://diguardoquasimodolibri.wordpress.com). Nel blog di letture è possibile leggere le recensioni di libri e i consigli di lettura scritti e disegnati dagli alunni, ma anche vedere i video consigli di lettura degli insegnanti. Questi ultimi sono rivolti agli alunni di ogni età: dall’infanzia sino alla scuola secondaria di primo grado. Si passa da “La strega Rossella” e “Il gruffalò” di Julia Donaldson a “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” di Luis Sepulveda, da “Il piccolo principe” di Antoine De Saint-Exupery a “Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie” di Lewis Carroll, da “Ventimila leghe sotto i mari” di Jules Verne a “Il fu Mattia Pascal” di Luigi Pirandello. Nel blog sarà possibile inoltre vedere gli appuntamenti che saranno aggiunti durante tutto il mese.


Sono previsti inoltri incontri letterari. Nello specifico si prevedono le seguenti attività con la collaborazione di autori, scrittori, lettori volontari di Nati per Leggere, librai; si effettueranno degli incontri letterari durante i quali si leggeranno libri o racconti o si presenteranno libri: Antonio Famà (scrittore e professore di lingua inglese) leggerà per i piccoli alunni i primi capitoli de “La magica medicina di Rohal Dahl“; Riccardo Francaviglia e Margherita Sgarlata (scrittore e illustratore) leggeranno il loro libro illustrato “L’isola degli automi” di Luigi Capuana (con la gentile collaborazione della libreria Roda Libri); Grazia Calanna, autrice del libro illustrato “Il gatto figaro” (Alga editore) leggerà e racconterà il suo libro; Maria Maugeri (lettrice volontaria di Nati per Leggere) incontra gli alunni della scuola primaria su Zoom per leggere insieme “Guizzino è un pesce” di Leo Lionni; Mauro Rapisarda, appassionato del quartiere di San Giovanni Galermo, proporrà agli alunni di disegnare il proprio quartiere e la festa di San Giovanni, ispirandosi al racconto che ha scritto e alle immagini che ha inviato. Anche il Dirigente Scolastico Simona Maria Perni, come ormai fa ogni anno durante il Maggio dei libri, incontrerà online gli alunni dell’infanzia e della primaria per leggere loro dei libri.

Gli alunni della primaria e della secondaria di primo grado dell’Istituto, inoltre, potranno partecipare a un quiz on line sui libri da leggere consigliati dalle insegnanti. Chi risponderà nel tempo più breve e in maniera corretta, dimostrando così di avere letto o ascoltato interamente il testo consigliato, vincerà un libro.

Consigliamo quindi a tutti i giovani e meno giovani lettori di visitare il blog di letture della scuola. Con così tante iniziative a favore della lettura non viene voglia di leggere anche a voi?