Giarre, dopo l’eruzione in 14 a lavoro per ripulire le scuole dalla cenere

Giarre, dopo l’eruzione in 14 a lavoro per ripulire le scuole dalla cenere

GIARRE – Scopa e paletta, tutti a lavoro.

Dopo l’attività vulcanica dell’Etna che ha portato alla chiusura dell’aeroporto Vincenzo Bellini di Catania (ex Fontanarossa) la cenere lavica ha ricoperto balconi, cortili e intere strade.




Adesso è importante ripulire tutto per evitare che possa essere inalata col favore del vento o possa rendere le superfici sdrucciolevoli.

14 addetti della Protezione Civile di Adrano sono stati incaricati dalla Regione siciliana di ripulire le scuole di Giarre per metterle in sicurezza.


20150103_103502

Già le operazioni di pulizia sono iniziate da 4 giorni e gli addetti hanno avuto a disposizione scopa e paletta da oggi numerosi strumenti in più:, fuoristrada, camion, carrelloni e mini terna con scopa meccanica.

[wpvp_embed type=youtube video_code=BrXwOSWHLkE width=670 height=377]

È fondamentale per la sicurezza degli studenti, dei docenti e del personale ATA che le scuole siano sgombre dalla cenere vulcanica prima dell’inizio delle lezioni.

Commenti