Catania, associazioni a difesa e garanzia degli studenti chiedono chiarimenti all’E.R.S.U.

Catania, associazioni a difesa e garanzia degli studenti chiedono chiarimenti all’E.R.S.U.

CATANIA – Le associazioni Sìamo Futuro Catania e Uniti per i Fuori Sede, ritengono opportuno a difesa e garanzia degli studenti chiarire molti quesiti che sorgono spontanei in questo periodo di forte emergenza sanitaria.

Intendono dunque sottolineare particolari punti di interesse di coloro i quali in questo periodo avrebbero dovuto laurearsi e che, per comprovate ragioni dovute dall’emergenza, hanno subìto dei cambiamenti loro malgrado. A tale proposito è dunque fondamentale porre interrogativi da rivolgere al C.d.A. dell’E.R.S.U., al fine di poter ricevere risposte che chiariscano tali necessità.


Nel merito, per i fuori corso, riteniamo sia fondamentale un prolungamento dei benefici mensa e posti letto conformandosi alle date previste dall’Università.

Inoltre, risulta doveroso comprendere lo status di coloro che si laureano nei mesi maggio e giugno. L’E.R.S.U. dovrebbe almeno valutare lo status sussistente al momento dell’iscrizione, quindi per coloro i quali non avevano i crediti necessari per risultare laureandi, dovrebbe essere concesso lo status di fuori corso anche se la laurea avesse luogo a maggio.



Infine, sono in vigore nuove garanzie per chi pensava di laurearsi a maggio o giugno. Essendo il ritardo per la laurea dovuto dall’emergenza sanitaria sopraggiunta, si propone di ritenere indispensabile garantire gli studenti nel merito di tale proposta, dando direttiva di riconoscere lo status di studente fuori corso per non subire processi burocratici di cui altrimenti risulterebbero esclusivamente vittime. 

Bisogna inoltre comprendere lo status di quei soggetti che, iscritti con riserva alla laurea magistrale, perfezionino la loro condizione a giugno invece del dovuto mese di aprile e dunque che questo non determini problematiche a danno dello studente. quale