“Cantiamo insieme”, arte dell’immaginario e musica al C.D. “Giuseppe Fava” di Mascalucia. FOTO e VIDEO

“Cantiamo insieme”, arte dell’immaginario e musica al C.D. “Giuseppe Fava” di Mascalucia. FOTO e VIDEO

MASCALUCIA – Numerose ricerche hanno confermato che lo studio della musica riporta un notevole miglioramento nello sviluppo cognitivo, ma anche affettivo e motorio in età infantile. L’istruzione musicale, con un’attenzione speciale data al ritmo, aiutando il sistema uditivo a diventare più efficiente, stimola nel bambino la capacità di poter pervenire a delle associazioni suono-significato più sinergiche le quali risultano fondamentali per l’apprendimento globale.

La stessa Montessori, convinta che “la musica aiuti e potenzi la capacità di concentrazione e aggiunga un nuovo elemento alla conquista dell’ordine interiore e dell’equilibrio psichico del bambino” aveva basato la sua didattica sulla stimolazione dei sensi, utilizzando le famose “scatole dei rumori” o la “serie di campanelli”.



In tale prospettiva educativa risulta la lettura dell’apprendimento pratico della musica promosso dal D.M. 8/2011 ed anche dalla legge 107/15. Nel decreto 8/2011 si riconosce infatti il fondamentale apporto di tale disciplina alla crescita equilibrata della persona non solo perché in tal modo la dimensione sonora non rimane estranea al quadro culturale ma anche perché la pratica musicale, attraverso una più armoniosa utilizzazione delle varie capacità della mente umana, favorisce l’apprendimento di tutte le discipline.

In aderenza e convinzione sul valore educativo dato dalla musica anche il Circolo Didattico “Giuseppe Fava” di Mascalucia guidato dal suo Dirigente Scolastico prof.ssa Maria Gabriella Capodicasa ha favorito fra i moduli pon, posti in essere nell’attuale anno scolastico, il progetto “Cantiamo insieme”.


Il percorso effettuato ha avuto suo inizio favorendo negli alunni l’acquisizione di competenze ritmiche e melodiche arricchite dalle tecniche di corretta produzione vocale e dei rudimenti del canto a più voci. Di seguito l’itinerario educativo- musicale proposto si è soffermato sui generi musicali noti quali: il rap, il pop, il rock, la tarantella e il mambo.

Brava e competente l’esperto esterno prof.ssa Carmela Galvagno che, avvalendosi della collaborazione della tutor del progetto, insegnante Giovanna Caserta, è riuscita a coinvolgere e catturare l’interesse dei 25 alunni delle terze elementari partecipanti al progetto.

A conclusione del percorso modulare i bambini si sono esibiti in performances musicali-canore, davanti una platea entusiasta, composta da insegnanti e genitori, presso i locali della Delegazione Comunale di Mascalucia. Appropriate, in conclusione, si ritrovano le riflessioni sulla musica del noto direttore d’orchestra Daniel Barenboim, riportate nel suo libro “La musica sveglia il tempo” ove si legge: “La musica è l’arte dell’immaginario per eccellenza, è un’arte scevra di tutti i limiti imposti dalle parole, un’arte che tocca le profondità dell’esistenza umana, un’arte fatta di suoni che travalicano tutte le frontiere”.

 

 

[envira-gallery id=”316073″]