Da 10 anni senza una palestra: il Concetto Marchesi esce la voce in provincia

Da 10 anni senza una palestra: il Concetto Marchesi esce la voce in provincia

CATANIA – Neanche il maltempo ha fermato i circa 400 ragazzi pronti a far valere i propri diritti e a richiedere ciò che spetta loro. Questa mattina gli studenti del Concetto Marchesi di Mascalucia (Catania) si sono presentati davanti la sede dell’ex provincia di Catania in via Nuovaluce.

I rappresentanti dell’istituto superiore (classico, scientifico e tecnico biochimico) sono stati ricevuti dal segretario generale della provincia, Ignazio Baglieri, e dai rappresentanti dell’amministrazione comunale, Spatafora e Bruno.




Tema dell’incontro è stata la richiesta di una struttura adeguata per le lezioni di educazione fisica. La scuola, infatti, da quando è nata nel 2008 dal distaccamento del Polivalente di San Giovanni La Punta, non ha una palestra. Fino a oggi, gli studenti hanno potuto svolgere le loro ore di lezione all’interno del palazzetto comunale di Mascalucia, grazie alla concessione delle varie amministrazioni che si sono avvicendate negli anni.

Negli ultimi due, però, il trasporto dalla scuola al palazzetto, di circa 150 euro al giorno, è gravato sulle tasche delle famiglie. Fino a qua un compromesso accettabile. Ma, adesso, la situazione è diventata insostenibile: da settembre il palazzetto è stato chiuso per lavori di restauro e messa in sicurezza, costringendo i ragazzi a svolgere le ore di educazione fisica all’aperto. Cosa, specialmente in questo periodo invernale, poco comoda e non idonea alle diverse esigenze di ragazzi e professori.


Questa mattina, dunque, è stata richiesta una soluzione provvisoria per tamponare il problema e, per il futuro, una struttura di proprietà della scuola che garantisca ai circa 1.500 studenti la possibilità di svolgere adeguatamente le ore di lezione.

In prima battuta la risposta sembra essere positiva: nei prossimi giorni, infatti, il sindaco di Catania, Enzo Bianco, dovrebbe incontrarsi e discutere con quello di Mascalucia, Giovanni Leonardi, per trovare un luogo dove far svolgere in questi mesi le lezioni.

Ad aprile, invece, dovrebbe tenersi un altro appuntamento tra le parti per elaborare una soluzione definitiva, assicurando, così, alla scuola una struttura di proprietà.

Commenti