Sui pesi degli alimenti…se ne sentono “di cotti e di crudi”

Sui pesi degli alimenti…se ne sentono “di cotti e di crudi”

Quando si è a dieta, pesare il cibo è l’elemento chiave per la perdita di peso ed il raggiungimento dei propri obiettivi. Noi sappiamo che il peso di ogni alimento presente nel menù della dieta si riferisce al prodotto crudo e questo vuol dire che è necessario pesare il cibo PRIMA di cucinare; ciò risulta semplice quando si mangia a casa, oppure quando si ha la possibilità di preparare separatamente le porzioni per i diversi componenti della famiglia. Ma che fare se, ad esempio:


  • Si cucina per tutta la famiglia e diventa più pratico pesare la propria porzione da cotta?
  • Oppure se si ha l’abitudine di cucinare grandi quantità di cibo in anticipo per poi conservarlo in congelatore già porzionato? 
  • O ancora quando, per via dei ritmi lavorativi più o meno accelerati, si acquistano al supermercato degli alimenti già cotti che andranno semplicemente scaldati prima dell’uso?

Prima di rispondere a questa domanda è importante sapere che ci sono degli alimenti, ad esempio la pasta o i legumi secchi, che con la cottura aumentano di peso perché assorbono parte dell’acqua in cui vengono cotti: ad esempio 70 gr di pasta cruda equivalgono a 140 g di pasta cotta o 30 gr di lenticchie secche e crude equivalgono a 80 gr di lenticchie cotte. Altri alimenti come le verdure, la carne, il pescecon la cottura  perdono acqua e quindi pesano meno: ad esempio 200 gr di pesce crudo (e al netto degli scarti) equivalgono a 150 gr di pesce cotto. 


Inoltre, il peso di un alimento da crudo a cotto varia anche a seconda del metodo di cottura utilizzato. Ad esempio, se prendiamo in considerazione la bollitura il peso del cibo aumenterà perché si tratta di immergere in acqua degli alimenti che assorbiranno parte del liquido; ma se decidiamo di arrostire, stiamo facendo esattamente l’opposto cioè stiamo sottraendo acqua ai cibi e quindi il peso sarà inferiore a quello da crudi.


Quelle appena citate sono le motivazioni per le quali il peso degli alimenti nella dieta fa riferimento esclusivamente al prodotto crudo. 

Ma, in determinate situazioni o contesti, come possiamo orientarci con il peso degli alimenti quando sono già cotti? Chi sta seguendo un determinato regime alimentare non può ricorrere alle approssimazioni ma ha la necessità di pesare tutti gli alimenti, preferibilmente a crudo, per poter raggiungere i propri obiettivi. Tuttavia, in situazioni particolari un esperto di alimentazione potrà calcolare il peso degli alimenti da cotto facendo una specifica proporzione tra il peso dell’alimento cotto e il peso dell’alimento crudo o ricavando dei fattori di conversione mediante l’utilizzo di tabelle di riferimento create dall’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN). 


In collaborazione con la Dott.ssa Federica Leocata – Dietista Nutrizionista

Salvatore-Mazzarino