Sigaretta elettronica, uomo muore per grave malattia respiratoria: stessi sintomi in altri 200 "svapatori" - Newsicilia

Sigaretta elettronica, uomo muore per grave malattia respiratoria: stessi sintomi in altri 200 “svapatori”

Sigaretta elettronica, uomo muore per grave malattia respiratoria: stessi sintomi in altri 200 “svapatori”

Il mondo del tabacco, delle sigarette e del fumo in generale è in continua evoluzione. Dal fumo senza filtro, si è passati al filtrino e, col passare del tempo, aumentata la consapevolezza dei danni che una sola sigaretta può causare al corpo del fumatore e a chi gli sta intorno, sono nati dei metodi alternativi al fumo vero e proprio.

Il mondo del “tabacco 2.0” è rappresentato dalle ormai affermate sigarette elettroniche, le quali rievocano il gesto della classica “tirata” con vapore acqueo al posto del fumo e liquidi di “gusti” diversi a sostituire il tabacco, e dalle nascenti, ma ormai totalmente diffuse, Iqos, prodotto della Philip Morris che riduce i rischi dati dal fumo del tabacco, riscaldandolo invece che bruciandolo.



Per quanto riguarda le prime, dovrebbero essere la migliore alternativa per la salute di ogni fumatore, ma siamo sicuri che sia esattamente così? Negli Stati Uniti potrebbero non essere d’accordo, dato che un paziente dell’Illinois sarebbe morto dopo aver sviluppato una grave malattia respiratoria probabilmente causata dal fumo di sigaretta elettronica.

Lo comunica il CDC, Centro nazionale per il controllo e la prevenzione delle malattie. Se confermato, si tratterebbe del primo caso al mondo di morte causata dall’uso di sigaretta elettronica. Naturalmente, la sicurezza che la morte e l'”attività” praticata in vita dal paziente siano collegate non c’è.


L’uomo morto in questi giorni, però, avrebbe manifestato gli stessi sintomi di altri 200 pazienti circa, cioè fortissime difficoltà a respirare, stanchezza cronica, rapida perdita di peso, oppressione al petto. L’unico tratto che accomuna tutti questi casi sparsi in 22 Stati americani è che fumano sigarette elettroniche.

Insomma, anche le presunte innocue sigarette elettroniche potrebbero causare seri danni al corpo dello “svapatore”. Che sia il turno dell’Iqos ora?

Fonte immagine: NanoPress