Sicilia, ripartenza in sicurezza: predisposti 532mila tamponi per rispondere all’emergenza sanitaria

Sicilia, ripartenza in sicurezza: predisposti 532mila tamponi per rispondere all’emergenza sanitaria

PALERMO – Più tamponi per rispondere all’emergenza sanitaria. Questo è quanto emerso dal piano nazionale di test diagnostici molecolari che consentirà alle Regioni di realizzare una campagna di indagine sulla diffusione del “nemico invisibile”.


Un’operazione di grande importanza in vista dell’autunno e della possibilità di una seconda ondata di casi. La strumentazione, che verrà messa a disposizione nelle prossime settimane dal Commissario straordinario per l’emergenza, Domenico Arcuri, costituisce un passo avanti per assicurare, anche in Sicilia, la ripartenza in sicurezza delle attività sociali e lavorative e al fine di rafforzare ulteriormente gli interventi già attualmente messi in campo dalla Regione e dalle aziende sanitarie.


Nello specifico, la fornitura ad hoc per la Regione Siciliana consiste in 1.027.056 kit molecolari che consentiranno di effettuare, entro dicembre 532.104 tamponi in più rispetto a quelli che già sono previsti.


Siamo riusciti, anche grazie al contributo e all’impegno delle aziende operanti in Italia – ha commentato Arcuri – a raccogliere una quantità di prodotti che è andata al di là delle nostre aspettative e che ci consentiranno di continuare a essere uno dei primi Paesi al mondo per quanto riguarda la disponibilità di strumenti diagnostici e di tamponi effettuati per abitante“.



Immagine di repertorio