Riscaldamento globale: una realtà preoccupante - Newsicilia

Riscaldamento globale: una realtà preoccupante

Riscaldamento globale: una realtà preoccupante

 

QUESTO ARTICOLO FA PARTE DEL CONCORSO DIVENTA GIORNALISTA, RISERVATO AGLI STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI CATANIA.

Il riscaldamento globale è un fenomeno climatologico che ha colpito l’intero pianeta a partire dal novecento.

Tale fenomeno si basa nell’aumento delle temperature medie, il quale si ripercuote sulle acque dei mari e degli oceani e sui continenti.



Si pensi che l’ultimo presunto riscaldamento globale sia avvenuto 56 milioni di anni fa per via di un’intensa attività vulcanica. Oggi quali sono le cause che hanno portato a parlare di riscaldamento globale?

Il riscaldamento globale è una questione che preoccupa sempre più persone e ci sono dati allarmanti. Una delle prime cause è riconducibile principalmente al maggior rilascio di diossido di carbonio, a partire dalla rivoluzione industriale che ha portato a sprigionare gas serra in grandi quantità.


Ciò sta distruggendo le barriere coralline, provocando lo scioglimento dei ghiacciai e di conseguenza, appunto, un innalzamento della temperatura.

C’è chi si dimostra ottimista e afferma che ci sia ancora qualche possibilità per risolvere la situazione, altri che credono sia troppo tardi. C’è chi crede a questa realtà e c’è chi la sottovaluta e smentisce.

Nel 2015 si è tenuta a Parigi una conferenza internazionale, da cui ne è conseguito il cosiddetto accordo di Parigi, a cui hanno aderito 195 paesi. Qual è lo scopo? Mantenere il riscaldamento globale sotto i due gradi centigradi. Ma è sufficiente? L’Italia si sta dimostrando propensa ad apportare delle modifiche per la salvaguardia del pianeta? Cosa ne pensano i nostri politici?

Salvini sottovaluta la questione sostenendo che sia solo una scusa per l’immigrazione clandestina, ciò significa che da Salvini non è concepita l’idea che le persone possano abbandonare il proprio paese per una questione climatica. Inoltre, nel contratto di governo non sembra esserci traccia di come combattere questo problema se non un accenno all’ambiente in generale.

Non è anche questa una realtà preoccupante? vogliamo restarne estranei fino a quando non ci sarà più nulla da fare?
Qui a Catania, il 23 Dicembre ci sono stati 19° gradi e le persone ne hanno approfittato per farsi un bagno.
Molti sono entusiasti di giornate così soleggiate e calde ma cosa si nasconde dietro questi strani comportamenti climatici? La terra sta soffrendo ed è ora che l’uomo metta da parte il suo egoismo.

Ciononostante il ministro dell’ambiente Sergio Costa insieme al premier Giuseppe Conte hanno deciso di candidare l’Italia come luogo per ospitare la Cop26, cioè la conferenza dell’Onu sul clima, nel 2020. Quindi, si spera, in un futuro non molto lontano, alla diminuzione dell’utilizzo del carbonio.

 

Ester D’arrigo, Classe V Sez. B – I.I.S.S. “Carlo Gemmellaro”

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.