Pronto Soccorso Garibaldi Centro: presentati a Razza i nuovi locali che azzereranno le soste in barella

Pronto Soccorso Garibaldi Centro: presentati a Razza i nuovi locali che azzereranno le soste in barella

CATANIA – È pronto per essere operativo il nuovo spazio di emergenza dedicato alla osservazione breve del Pronto Soccorso dell’ospedale Garibaldi-Centro di Catania.

Stamattina, l’assessore alla salute Ruggero Razza, accompagnato dal direttore dell’Arnas Garibaldi di Catania, Fabrizio De Nicola, ha visitato i nuovi locali realizzati all’interno della struttura storica del presidio di emergenza di piazza Santa Maria di Gesù. Si tratta di locali che contano di dieci posti letto e che consentiranno di sgomberare i corridoi del Pronto Soccorso, evitando così soste particolarmente prolungate dei pazienti.



Siamo riusciti – ha detto De Nicola – a realizzare in poco tempo questa nuova area grazie alla misura destinata al miglioramento dei Pronto Soccorso prevista dall’Assessorato alla Salute. Tuttavia stiamo già lavorando alla realizzazione della nuova struttura di emergenza, i cui lavori verosimilmente si concluderanno tra un anno. Sono molto contento della visita dell’assessore, che ancora una volta ha testimoniato la sua sensibilità verso la salute dei cittadini”.


La visita di Razza, infatti, è proseguita proprio all’interno del cantiere della struttura che si affaccerà dalla parte di via Fabio Filzi.

C’è un solo modo per misurare se un Governo è davvero capace di fare quello che dice – ha affermato Razza -, verificare a distanza di mesi se quello che aveva annunciato poi si realizza. Solo pochi mesi fa, lo ricorderete, con il presidente della Regione abbiamo partecipato alla cerimonia della posa della prima pietra di quello che sarà il nuovo Pronto Soccorso al centro della città di Catania. Oggi abbiamo davanti ai nostri occhi la prova che tutto sta proseguendo secondi i piani stabiliti. Si tratta di un metodo che stiamo adottando in tutta la regione”.

Riferendosi proprio all’opera in costruzione al Garibaldi, l’assessore ha aggiunto: “Questo cantiere è la dimostrazione che non è vero che esiste un Sud incapace di portare a termine i progetti, ma in Sicilia c’è un Sud con un Governo che fa quello che dice”.