Il diritto alla salute mentale e al benessere emotivo al centro della Giornata Nazionale della Psicologia 2020

Il diritto alla salute mentale e al benessere emotivo al centro della Giornata Nazionale della Psicologia 2020

Il diritto alla salute mentale e al benessere emotivo al centro della Giornata Nazionale della Psicologia 2020

Stare bene fisicamente e psicologicamente è un diritto universale. Al tema della salute mentale, particolarmente importante in questo delicato momento storico, è dedicata la Giornata Nazionale della Psicologia 2020, celebrata il 10 ottobre in concomitanza con la Giornata Mondiale della Salute Mentale.


Come ogni anno, psicologi ed esperti del benessere mentale ed emotivo dedicheranno seminari, convegni e iniziative alle tematiche più rilevanti di questo periodo d’emergenza sanitaria. Buona parte del materiale sarà inoltre reso disponibile gratuitamente sul web, così da raggiungere non solo esperti e curiosi ma anche persone potenzialmente bisognose di supporto.


Una Giornata per psicologia e salute mentale

Il diritto alla salute è sancito dalla Costituzione italiana. L’articolo 32, infatti, afferma che: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”.

Il concetto di salute si estende ben oltre quello del semplice benessere fisico e include anche quello emotivo e psicologico. È proprio quest’ultimo, infatti, che consente l’armonia totale dell’individuo e dei suoi rapporti con la società. Ed è affinché tutti possano goderne che gli psicologi lavorano costantemente con impegno e dedizione, sperimentando nuove tecniche di approccio al paziente e progetti di sensibilizzazione.

Giornata Nazionale della Psicologia 2020: i temi

Come ogni ambito della vita quotidiana, anche il mondo della salute mentale e il lavoro degli psicologi sono stati stravolti dal Coronavirus. Tutto ciò che in passato sembrava “normale”, dal recarsi a scuola o a lavoro all’organizzare feste, non lo è più, o almeno non alle stesse condizioni. Una realtà che ha generato paure, contrasti, dubbi… un livello di confusione che ha influito sulla serenità degli individui, in Italia come nel resto del mondo.

Non è quindi una sorpresa che la Giornata Nazionale della Psicologia di quest’anno sia dedicata al diritto alla salute mentale, fortemente provata dalla pandemia. “La Giornata Nazionale della Psicologia 2020 si colloca all’interno di uno scenario particolare per il nostro Paese: il Covid-19 ci ha portati in una condizione di emergenza sanitaria, sociale ed economica senza precedenti ed emerge sempre più come centrale la dimensione psicologica della vita, in un contesto dove i diritti psicologici dei cittadini sono stati messi a dura prova, là dove la continua delega al privato sembra aver impedito l’attivazione di programmi di prevenzione e promozione, limitando gli interventi psicologici solo a pochi”: sono queste le parole dell’Ordine degli Psicologi sulla scelta del tema della campagna di sensibilizzazione del 2020.

Il focus della Giornata, però, non può che estendersi anche alle tematiche di maggiore rilievo del momento, dalla crisi economica ai disagi delle categorie più fragili fino al ritorno a scuola e al lavoro in sicurezza. Probabilmente saranno ancora mesi duri per la popolazione e il benessere mentale sembra l’unica possibilità di resistere alle dure sfide del prossimo futuro.

 Le iniziative dell’Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana

“Vie d’uscita. Pensare il presente, progettare il futuro”: questo è il titolo scelto dall’Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana per la Giornata Nazionale della Psicologia di quest’anno.

Anche gli esperti siciliani si sono uniti alla missione degli psicologi di tutta Italia: affiancare la popolazione in un momento pieno di incertezze e senso di smarrimento. “Vie d’uscita”… Servono proprio queste per vedere il Paese ricostruito e gli individui liberi dai tormenti mentali determinati, almeno in parte, da una nuova quotidianità difficile da accettare.

Oltre che con il loro lavoro “in presenza”, gli psicologi siciliani si renderanno disponibili online, offrendo una serie di incontri sulle tematiche che maggiormente affliggono la gente e destano preoccupazioni. Tutti gli interventi saranno disponibili al pubblico grazie alle dirette Facebook organizzate dal 12 al 16 ottobre.

“In occasione della Giornata Nazionale della Psicologia, l’Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana ha deciso di promuovere una serie di incontri online diretti alla cittadinanza e tenuti da psicologi operanti in differenti settori. Dal 12 al 16 ottobre, alle ore 18, collegatevi alla pagina Facebook dell’Ordine. Durante ogni diretta, psicologi esperti tratteranno ogni volta un tema diverso di grande attualità, per comprendere nel modo migliore il tempo che viviamo e pensare con fiducia a un futuro possibile”.

“Non c’è Salute senza Salute Psicologica” – Video 

 

 

 

 

Diritto alla salute: una sfida per il benessere collettivo

Maggiore consapevolezza, richieste di supporto e promozione della salute psicologica si potrebbero rivelare l’unica chiave “magica” per evitare un crollo.

“La psicologia si è dimostrata capace non solo di intervenire sulla patologia ma anche e soprattutto nella prevenzione del disagio e nella costruzione del benessere, recita lo spot della Giornata Nazionale della Psicologia 2020.

E anche se mancano ancora troppi mezzi, anche se una rete psicologica pubblica è ben lontana dall’essere consolidata e garantita, anche se sono ancora troppi a non chiedere aiuto e troppi a non riceverlo, una situazione come quella attuale avrà sicuramente un forte impatto nella futura rivalutazione di ciò che non va e delle potenziali soluzioni a un problema storicamente noto ma mai fondamentale come nel 2020.

Foto di Tumisu da Pixabay