Etna, una storia di oltre 500mila anni: studio ricostruisce dinamica della risalita del magma

Etna, una storia di oltre 500mila anni: studio ricostruisce dinamica della risalita del magma

CATANIA – Ricostruita la dinamica che permette la risalita del magma dell’Etna in superficie: a permettere il fenomeno sarebbero delle faglie trascorrenti (con movimento orizzontale) nell’area in cui sorge il vulcano e nelle zone limitrofe.

Sono sorprendenti i dati emersi da un recente studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) e dell’Ogs (Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale, tra i quali l’esperto Marco Firetto Carlino, per la rivista “Scientific Reports“,



Si tratterebbe di una “storia” lunga almeno 500mila anni. L’attività tettonica di una zona di faglia, all’incirca tra i territori di Acireale e Adrano, avrebbe permesso la formazione di aree di “apertura” della crosta terreste, che nei secoli hanno rappresentato la via preferenziale per la risalita del magma etneo.

La fuoriuscita sarebbe possibile grazie a delle fessure disposte lungo la suddetta faglia. La deformazione costante della zona avrebbe portato nel tempo alla “migrazione” del vulcanismo agli attuali centri eruttivi.


Le recenti ricerche degli scienziati hanno permesso di individuare le relazioni tra la tettonica, la sismicità dell’area e il fenomeno vulcanismo, con l’acquisizione e l’analisi di dati magnetici e gravimetrici, e di comprendere le recenti attività registrate sul versante sud-orientale dell’Etna.

Immagine di repertorio