Esplosioni e colate attirano turisti sul vulcano

ETNA – Uno spettacolo che dura ormai da giorni. L’Etna si è risvegliata e sta deliziando la vista di molti con le sue esplosioni di lapilli. Anche i turisti ne stanno apprezzando la bellezza, basti pensare che i colori delle sue colate incandescente si vedono anche dai gradoni del teatro antico di Taormina.

I boati sono continui e la fuoriuscita di lava sta creando un lungo serpente rosso che si dirige verso la desertica Valle del Leone.

L’attività vulcanica sta interessando il cratere di nord-est, con una bocca che si è aperta lo scorso 25 luglio a 3.100 metri di quota sul fianco del monte e altre tre che si sono generate lo scorso 5 luglio.

I forti boati del vulcano più grande d’Europa si possono ascoltare nei paesi pedemontani, ma non creano preoccupazione tra gli abitanti ormai abituati a questi improvvisi risvegli.

E intanto sono molti i turisti che affascinati dalle mille sfumature di questa nuova fase di attività’ stromboliana girano per i paesini che si trovano alle falde dell’Etna, alla ricerca dello scorcio più suggestivo.

Commenti