Colori a tavola, la loro importanza a colazione: 6 menù per 6 colori secondo la biologa nutrizionista Accardo

Colori a tavola, la loro importanza a colazione: 6 menù per 6 colori secondo la biologa nutrizionista Accardo

CATANIA – La colazione è, senza ombra di dubbio, uno dei pasti fondamentali della giornata ma molti tendono a saltarla, per pigrizia o perché letteralmente “travolti” dai ritmi frenetici di ogni giorno. Un incentivo in più per dedicare la giusta attenzione può essere quello di scegliere i colori corretti per iniziare la giornata con una marcia in più.


Ebbene sì, è stato dimostrato che i colori a tavola influenzano anche il nostro umore e, si sa, tutto parte da una buona colazione. La dottoressa Elisa Accardo, biologa nutrizionista, ci ha mostrato tutti i “segreti” e la correlazione che esiste tra utilizzo di determinati colori ed alimenti.


Innanzitutto ci ha ricordato: “Diversi studi scientifici hanno dimostrato che consumare regolarmente la prima colazione aiuta a migliorare lo stato di salute sia degli adulti che dei bambini. Secondo le linee guida italiane dettate in materia, con la prima colazione dovremmo assumere circa il 15-20% delle calorie giornaliere, ovviamente tenendo conto del fabbisogno energetico di ciascuno di noi“.


Inoltre, è stato osservato che i soggetti che abitualmente non consumano la colazione sembrano esporsi a un maggior rischio di sviluppare patologie cardiovascolari, diabete di tipo 2, oltre a manifestare una maggiore tendenza ad ingrassare“, ha specificato meglio.



Attenzione ai falsi miti

Un pasto che, costi quel che costi, va attenzionato e non eliminato: “Ad oggi, purtroppo, l’importanza della colazione è sottovalutata soprattutto da bambini e adolescenti che tendono troppo spesso a saltarla, sia per il cattivo esempio dato dai genitori, sia perché non ritagliano un adeguato spazio di tempo al mattino per sedersi a tavola. Talvolta, accade anche che la mancata abitudine determini la mancanza di appetito al mattino“.

Sfatiamo subito il falso mito che saltare la colazione faciliti la perdita di peso. La dottoressa Accardo, infatti, ha sottolineato: “Si tratta di un’errata convinzione, poiché è esattamente il contrario: chi non mangia al mattino, nella maggior parte dei casi, tende a compensare assumendo una maggior quantità di cibo nel corso dei pasti successivi oppure mangia cibi ipercalorici e poco salutari, come snack e bevande zuccherate nel corso della mattinata“.

Un ulteriore problema è legato anche alle radicate abitudini degli italiani. Per molti, la colazione si risolve nel classico caffè o cappuccino al bar, accompagnati da un cornetto. Si consiglia di fare questo tipo di colazione di rado, posto che si tratta di alimenti molto calorici“, conclude.

I colori e l’impatto sulla salute e sull’umore

In tutto ciò come si inseriscono i colori e qual è l’impatto che hanno sul nostro umore? Ecco la risposta della nostra intervistata: “Spesso si sottovaluta questo fattore. A tal proposito, va considerato che, così come gli altri pasti principali, la colazione deve comprendere fonti di carboidrati (es. cereali integrali o pane integrale), proteine (es. latte, yogurt, uova), grassi buoni (frutta secca, avocado, burro ghee) e fibre. Quest’ultimo nutriente ha come fonte principale la frutta, che rappresenta anche la parte più ‘colorata’ della colazione“.

Poi aggiunge: “Ad ogni colore corrisponde una diversa tipologia di vitamine e minerali. Per questo è consigliato variare il tipo di frutta assunta, privilegiando quella di stagione, che apporta maggiori nutrienti e sostanze benefiche per il nostro organismo“.

Vediamo adesso quali possono essere gli effetti dei colori sulla nostra salute: “Come abbiamo appena detto, i colori rivelano le sostanze contenute all’interno di frutta e verdura. Ad esempio, il colore rosso del pomodoro è dato dal licopene che è un potente antiossidante e sembra che protegga dal cancro alla prostata. Il colore tipico delle arance rosse di Sicilia, invece, è dato dalle antocianine, le quali è stato dimostrato che hanno un ruolo protettivo su tutto il sistema cardiovascolare poiché producono un effetto ipotensivo, abbassando il cosiddetto colesterolo cattivo LDL e aumentando l’elasticità dei vasi sanguigni“.

Il verde rivela la presenza di clorofilla che, contenuta ad esempio nei kiwi, aiuta a ridurre i danni dei radicali liberi. Il blu-viola indica la presenza di antocianine, che svolgono un’azione antiossidante e un’azione protettiva nei confronti dei capillari (si trovano per esempio nei mirtilli, nelle more e nelle prugne). Frutta e verdura di colore bianco contengono quercetina che, oltre ad avere un’azione antiossidante, ha la capacità di abbassare il colesterolo cattivo“, scendendo nel dettaglio.

Il vero “segreto”, a detta della dottoressa Accardo, è quello di “consumare 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura, variando il più possibile i colori e, si preme ricordare, seguendo il più possibile la stagionalità per poter godere al massimo dei loro nutrienti. Questo perché non esiste un unico alimento completo, la natura ci offre frutta e verdura ricche di vitamine, sali minerali e sostanze ad azione protettiva differenti per ognuno di essi“.

6 menù a colazione per 6 colori

Infine, a conclusione della nostra intervista, la biologa nutrizionista ci propone 5 menù a colazione da poter seguire, il tutto in base alla tonalità prescelta. Per iniziare la giornata col piede giusto, optate per COLORI CALDI come rosso o arancione:

  • Rosso: ricorda l’amore, la passione e il fuoco. Gli esperti dicono che, se si ha un appuntamento importante di lavoro, questo colore è quello da inserire a colazione. La proposta: yogurt con fiocchi d’avena, fragole e granella di mandorle;
  • Arancione: da sempre è il colore che indica allegria, positività e divertimento, ideale per una ricarica immediata di energia. La proposta: una spremuta d’arancia, pane integrale, uova.

Se lo stress prende il sopravvento e sentite il bisogno di fermarvi un attimo o per rallentare un po’ il ritmo, allora la scelta ricade inevitabilmente sui COLORI FREDDI a colazione e, nello specifico, blu/viola, bianco e verde:

  • Blu/Viola: trasmettono tranquillità, magari in vista dei tanti impegni della settimana. La proposta: yogurt greco, mirtilli, un cucchiaino di miele e qualche nocciola;
  • Verde: colore che calma e dà speranza, tenendo lontana ogni tensione. La proposta: porridge con latte di mandorla e fiocchi d’avena, kiwi e cocco in scaglie.

Infine, non dimenticatevi dei COLORI NEUTRI, importanti tanto quanto gli altri. Ovviamente, parliamo del bianco e del nero:

  • Bianco: tonalità che ricorda la purezza, la pace e la rinascita. Perfetto quando si ha in mente un proposito preciso e si vuole far di tutto per non fallire. La proposta: una fetta di pane integrale con ricotta, una pesca tagliata a fettine e granella di pistacchio;
  • Nero: da non sottovalutare se si ha voglia di ritagliare del tempo per sé stessi. La proposta: pancake fatti in casa guarniti con yogurt greco, chicchi d’uva nera e semi di papavero.

Quel che è certo è che, qualsiasi colore si scelga, il consiglio migliore, secondo la dottoressa Accardo, è quello di “dedicare una maggior quantità di tempo alla colazione. Svegliarsi qualche minuto prima per preparare piatti sani, equilibrati e sazianti che ci diano la giusta energia per affrontare la mattinata di lavoro o di studio con la giusta concentrazione“.