Vegani o vegetariani? Questo è il dilemma…

Vegani o vegetariani? Questo è il dilemma…

Sempre più gente decide di eliminare dal proprio carrello della spesa e dalla propria tavola carne e pesce, ma destreggiarsi tra le varie differenze di regimi alimentari oggi diventa davvero complicato. Se ci chiediamo che differenza c’è tra un vegetariano ed un vegano, la risposta è semplice: i vegani sono quelli che escludono dalla dieta qualsiasi alimento di origine animale, vale a dire non solo carne e pesce ma anche prodotti animali indiretti: uova, latte, latticini e miele. I vegetariani invece, seppure eliminano l’uso in cucina di carne e pesce, mantengono questi alimenti animali indiretti nella loro dieta, ma con tante differenze. I latto-ovo-vegetariani consumano anche i prodotti animali indiretti, ossia il latte, i latticini e le uova. I latto-vegetariani mangiano tutti i prodotti animali indiretti tranne le uova. Gli ovo-vegetariani non assumono latte e i suoi derivati, ma si concedono l’uso delle uova… insomma, orientarsi tra queste leggere differenze è un’impresa! Anche tra i vegani non mancano “fazioni” e sottogruppi. I crudisti sono coloro che mangiano verdure e ortaggi che non vengono sottoposti a nessun tipo di processo di cottura o di calore che superi i 42°, in quanto gli alimenti freschi, secondo questa filosofia, mantengono inalterati tutti gli enzimi di cui il nostro organismo ha bisogno per rimanere in salute. Per i crudisti quindi, sì ai centrifugati, ai frullati, alla marinatura o alla disidratazione.

Per dovere di cronaca dobbiamo dire che esistono non solo crudisti vegani, ma anche crudisti pescetariani, pollotariani, vegetariani, semivegetariani e anche crudisti onnivori che applicano le regole alimentari crudiste a una diea “normale”. Poi ci sono i fruttariani che si alimentano esclusivamente con frutta e ortaggi a frutto, ossia pomodori, zucchine, cetrioli, melanzane… perché anche le piante sono esseri viventi, al pari degli animali e dunque non vanno fatte soffrire. Dunque niente parti vitali delle piante: radici, foglie (spinaci, biete, insalate), fusti come ad esempio il carciofo, i semi (e quindi no anche ai cereali) e i legumi.

Tornando alla disputa vegetariani versus vegani, questi ultimi sono considerati dai vegetariani leggermente estremi. In realtà i veri vegani abbracciano in senso ampio uno stile di vita cruelty-free che estende al divieto di utilizzare pelo, pellicce di animali, pelle, ma anche lana, seta e piume d’oca. E i flexitariani chi sono? Sono tutti coloro, come molti di noi, che pur non abbracciando nessuna di queste filosofie alimentari, tendono a seguire una dieta piuttosto sana, favorendo l’uso di frutta e verdura e limitando il consumo di cibi di provenienza animale.

Foto di repertorio

Maria Morelli

Commenti