Vaccino “Made in Italy”, da lunedì parte allo Spallanzani la sperimentazione sul’uomo: potrebbe essere pronto in primavera

Vaccino “Made in Italy”, da lunedì parte allo Spallanzani la sperimentazione sul’uomo: potrebbe essere pronto in primavera

Dopo aver scelto 90 volontari su oltre 7mila richieste, lunedì partirà allo Spallanzani di Roma la sperimentazione del vaccino “Made in Italy”.


Il progetto è finanziato dalla Regione Lazio e si tratta di un investimento di circa 5 milioni di euro. A coadiuvare il tutto vi è anche il supporto del ministero della Ricerca.


Partirà domani, quindi, la fase I che serve a valutare la sicurezza e l’immunogenicità del vaccino GRAd-COV2, che ha già dimostrato di essere sicuro ed immunogenico nei modelli animali.


Lo scopo principale è quello di avere il vaccino pronto in primavera per mettere definitivamente un punto alla situazione che, da mesi, ormai sta letteralmente sconvolgendo le nostre vite.



Immagine di repertorio