Scope magiche che si reggono in piedi ogni 3.500 anni, la Nasa interviene: "Si tratta semplicemente di fisica" - Newsicilia

Scope magiche che si reggono in piedi ogni 3.500 anni, la Nasa interviene: “Si tratta semplicemente di fisica”

Scope magiche che si reggono in piedi ogni 3.500 anni, la Nasa interviene: “Si tratta semplicemente di fisica”

Non vi stupite se, aprendo uno qualsiasi tra i social a cui siete iscritti, vi ritroverete tempestati da una pioggia di scope magiche sospese autonomamente in equilibrio: è arrivata in Italia la #BroomstickChallenge! Il “mistico fenomeno” consiste essenzialmente nel posizionare una scopa in piedi, scattarle una foto per poi postarla sul proprio profilo e mostrare così il prodigio.

Tutto ha avuto inizio quando si è diffusa la voce che la Nasa avrebbe pubblicato un presunto post secondo il quale il 10 febbraio 2020, grazie ad una rara congiunzione astrale, è l’unico giorno, ogni 3,500 anni, in cui le scope stanno in piedi da sole.


Tirata in ballo nella challenge, l’agenzia spaziale si è vista costretta a intervenire per smentire la fantasiosa teoria diffusa sui social: ha pubblicato così un video in cui un astronauta e uno scienziato spiegano, armati di scopa, perché il fenomeno non abbia nulla di  trascendentale ma sia dovuto semplicemente ad una legge fisica.

Il centro di gravità di una scopa è molto basso perché poggia direttamente sulle setole, per cui la scopa resta in posizione verticale nel momento in cui le setole fanno da “treppiede” per il manico. Ecco perché, se posizionata in modo corretto, la scopa si reggerà in piedi qualsiasi giorno dell’anno! Per cui il fenomeno astrale, in realtà, non è altro che un gioco di equilibrio.

Fonte immagine Facebook “Broomstick Challenge”