Pubblicano troppe foto del figlio sui social: genitori finiscono in tribunale

Pubblicano troppe foto del figlio sui social: genitori finiscono in tribunale

Pubblicano troppe foto del figlio sui social: genitori finiscono in tribunale

A tutti noi sarà capitato di postare delle foto del cuginetto o del proprio figlio, magari per immortalare un momento importante della sua vita.


Farlo con una certa costanza, diffondendo anche notizie personali sui social, è però costato caro a una madre di Mantova che è stata costretta dal giudice a rimuovere le foto da internet. In caso contrario, la donna sarebbe stata costretta a pagare al tutore del minore una sanzione che può arrivare fino a 10mila euro.


A stabilirlo il tribunale civile di Roma che ha risposto alla richiesta da parte del tutore del giovane. La madre avrebbe pubblicato sul web continue “notizie, dati, immagini” che riguardavano il ragazzo. Secondo questa sentenza qualsiasi foto o racconto, pubblicato sui figli minorenni, senza il consenso dei ragazzi, e che produca loro un “turbamento”, deve essere rimosso.

A farne le spese in questo caso la madre a cui è stato impedito di diffondere, d’ora in poi, altre informazioni e foto sul minore.

La sentenza, depositata lo scorso 23 dicembre, è da contestualizzare all’interno di una causa per divorzio già in corso tra la madre e il padre del ragazzo. Dagli atti si evincerebbe, infatti, come la presenza del racconto di questa vicenda personale nei social abbia causato al minore: “Il turbamento dello stesso e la resistenza a proseguire gli studi in un contesto nel quale particolari della propria vita personale sono ampiamente noti”.

Infine, il giudice avrebbe anche illustrato come il ragazzo abbia deciso di proseguire gli studi all’estero, negli Stati Uniti, proprio per evitare “l’attuale contesto sociale, nel quale tutti i compagni sarebbero a conoscenza delle sue vicende personali“.