“Non è importante quanto vivi ma come vivi”, un anno fa ci lasciava Nadia Toffa

“Non è importante quanto vivi ma come vivi”, un anno fa ci lasciava Nadia Toffa

Appena 40 anni e una grande voglia di vivere, nonostante le molteplici difficoltà. È questo il ritratto della giornalista italiana Nadia Toffa, morta esattamente un anno fa. Diventata celebre nel ruolo di inviata e conduttrice del programma televisivo “Le Iene”, in onda su Italia 1.


Non è importante quanto vivi ma come vivi“. Così Nadia diffondeva il proprio messaggio, l’invito a godersi una vita dove probabilmente sono molti di più gli ostacoli che i momenti di spensieratezza.


Il cancro ha avuto la meglio su di lei che, però, non si è mai arresa. Lo testimoniano i video e le foto dove in primo piano si nota il sorriso, presente anche nei momenti in cui il male sembrava volesse prevalere.


Non sono bastate le chemio e nemmeno le conseguenze di queste pesanti terapie a spegnere quella luce che Nadia emanava, come confermato da tutti. Un supporto per coloro che attraversano momenti difficili, un invito ad amare la vita e ad abbracciare le sue spine.



Nadia ha lasciato un segno indelebile, persino in coloro che non la conoscevano se non attraverso uno schermo. Stasera, in occasione del primo anniversario di morte, i suoi colleghi la ricorderanno con uno speciale in prima serata “Le Iene per Nadia“, di Davide Parenti e Max Ferrigno. Questo a conferma del famoso detto che “non muore mai chi vive nel cuore di chi resta“.

Immagine di repertorio