Lavatrice “killer”, bimbo di 3 anni si chiude all’interno per gioco e muore per asfissia

Lavatrice “killer”, bimbo di 3 anni si chiude all’interno per gioco e muore per asfissia

Il figlio si infila dentro la lavatrice e chiude l’oblò. È terribile ciò che è accaduto a una mamma, che ha visto morire il figlio di 3 anni, rimasto intrappolato nell’elettrodomestico.

La tragedia si sarebbe verificata lo scorso fine settimana a Orlando, in Florida (Stati Uniti).



Da una prima ricostruzione, pare che il piccolo stesse giocando con il fratellino quando, a un certo punto, si sarebbe arrampicato, riuscendo a entrare nel macchinario. A quel punto, secondo la polizia, lo sportello si sarebbe chiuso ermeticamente, intrappolando il bimbo all’interno.

Le indagini delle autorità, che hanno colto l’occasione per rivolgere un appello ai genitori per una maggiore attenzione, starebbero seguendo per il momento la pista della morte accidentale.


La causa del decesso sarebbe l’asfissia.

Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ha voluto raccontare la storia per allertare i genitori, invitando chiunque abbia bambini piccoli in casa a mettere sempre il dispositivo di sicurezza alla lavatrice: “Bisogna prestare attenzione con i bimbi piccoli, ma certo questa mamma non avrebbe mai creduto che una lavatrice potesse diventare, di fatto, un oggetto pericoloso”.

Immagine di repertorio