I 18 anni al nord e al sud Italia e la quinceañera messicana - Newsicilia

I 18 anni al nord e al sud Italia e la quinceañera messicana

I 18 anni al nord e al sud Italia e la quinceañera messicana

I 18 anni sono una delle tappe più importanti per un ragazzo e/o ragazza poiché si diventa maggiorenni acquisendo nuovi diritti e doveri e, solitamente, la maturità che serve per affrontare la vita.

Proprio per questo viene celebrato in modo più espansivo, diversamente dagli altri compleanni. Ma non è sempre stato così infatti 50 anni fa veniva festeggiata a casa con la famiglia come se fosse un comune compleanno. La concezione della festa in grande è stata presa in considerazione all’incirca 30 anni fa.



Da qualche anno, infatti, i festeggiamenti sono aumentati a dismisura, aggiungendo sempre nuovi elementi. La festa standard, tipica del nord Italia, è formata da:

  • location: una villa o un locale;
  • gli invitati sono sui 50;
  • catering che a volte può essere compreso nella location, ma varia a seconda del menù scelto;
  • torta, solitamente fatta a 2- 3 piani;
  • dj ;
  • fotografo: per avere dei ricordi della serata;
  • vestito;
  • bomboniere e addobbi vari, che a volte vengono compresi nella location.

Al sud Italia, specialmente in Sicilia e a Napoli, si festeggia più in grande. Infatti oltre a tutte le cose già sopra elencate si aggiungono altre cose, tra cui:


  • gli invitati sono solitamente sugli 80- 100;
  • animazione;
  • gli addobbi sono il doppio, tra palloncini, scritte e striscioni;
  • viene noleggiata una limousine o una macchina più bella;
  • molto spesso vengono, anche, chiamati dei cantati, magari il preferito della festeggiata o del festeggiato, per cantare alla festa, solitamente neo melodici;
  • il tanto amato, quanto criticato, pre-diciottesimo;
  • e i fuochi d’artificio alla fine della serata.

Il pre-diciottesimo in Sicilia, Catania, si sviluppa, solitamente, in 5 fasi:

  • la prima consiste nello scegliere il fotografo, le uscite (dove, quando e quante) e il tipo di album;
  • la seconda, invece, è la parte centrale: le uscite. Solitamente sono 3 o 4. Quella scelta da la maggior parte è la spiaggia, foto e video in costume al mare. Poi, principalmente per chi ci pensa molto prima, sull’Etna con la neve e la terza non è sempre uguale perché c’è chi va ad Aci Trezza, chi a Ortigia o chi la fa con gli amici. L’ultima è più che altro scelta dalle ragazze: l’alba che si fa a mare, sempre in costume, a riva, solitamente, su un telo con candele e fiori;
  • la terza è il live: il video fatto la sera del compleanno, la preparazione della festeggiata o del festeggiato, le foto a piazza duomo di Catania e tuttala serata;
  • la quarta il video: che comprende la visione del montaggio finale del pre e del live con tutti gli ospiti;
  • e la quinta e ultima è la consegna dell’album fotografico di tutto il pre, da parte del fotografo.

Per realizzare il pre, molte volte, vengono utilizzati droni che riprendono dall’alto, moto d’acqua e/o moto cross.

Ovviamente questi festeggiamenti hanno un costo, un costo molto alto, e molte famiglie per realizzare questo “sogno” dei propri figli fanno grandi sacrifici. Poi, ovviamente, c’è chi non vuole la grande festa ma preferisce ricevere come regalo un viaggio o un’auto, visto che a 18 i ragazzi e le ragazze si iscrivono a scuola guida.

Mentre in alcune zone dell’America latina esiste una festa molto simile ai 18 anni italiani: la quinceañera che consiste nel festeggiamento del quindicesimo compleanno di una ragazza. La parola spagnola quinceañera si riferisce anche a colei che compie quindici anni.

I festeggiamenti cambiano da paese a paese anche se alcune usanze sono uguali. Quella più nota, grazie anche a una serie televisiva che è andata in onda anche in Italia, è la quinceañera messicana che nella tradizione presenta 5 fasi:

  • la prima, se la ragazza è cattolica, consiste in una messa di ringraziamento alla quale la ragazza partecipa con un vestito, solitamente rosa, simile a un vestito da sposa accompagnata dai suoi genitori, padrini, sette dame d’onore e sette “ciambellani”.
  • a conclusione della messa le sorelle, le cugine e le amiche le danno i regali della festa e la ragazza lascia il suo bouquet all’altare della Madonna;
  • dopo la messa si da il via alla festa nella casa della festeggiata o in un luogo riservato per l’occasione;
  • durante la festa lei balla una danza speciale con i suoi genitori e i parenti maschi. E anche le damigelle d’onore e i ciambellani ballano un valzer e alla fine il fidanzato della ragazza balla ciò che resta della danza con lei;
  • secondo una tradizione il padre della ragazza durante i festeggiamenti dovrebbe togliere alla figlia le scarpette scambiandole con delle scarpe col tacco che simboleggia il passaggio da ragazza a donna.

Queste due feste sono molto simili tra loro e infatti attraggono entrambe pareri positivi e pareri negativi poiché considerate trash o esagerate. E proprio per questo molti ragazzi e ragazze decidono di festeggiarli in modo alternativo.

Fra le ultime tendenze per festeggiare i 18 anni ci sono:

  • quella di fare una festa a tema, per esempio con un colore preciso;
  • quella di una festa itinerante: su un mezzo di trasporto, solitamente limousine o bus;
  • quella di farlo su una barca o uno yacht;
  • e quella di farlo a bordo piscina, potendo così usufruire della piscina per un tuffo.

Ciò nonostante molte volte queste tendenze vengono assimilate dai classici 18esimi che continuano a tener duro.

Immagine di MagicFly.it

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.