“Guarire dall’omosessualità si può”: medico espone manifesto choc

“Guarire dall’omosessualità si può”: medico espone manifesto choc

Un grande manifesto con su scritto: “Luca era gay, ma un giorno accade qualcosa, rientra in se stesso e decide di intraprendere un percorso di conversione, su base psicologica e religiosa, che lo porta a riappropriarsi della sua mascolinità ed eterosessualità“. Sullo sfondo il retro-copertina del volume di Luca Di Tolve, “Ero gay”. Una “pubblicità” che ha lasciato a bocca aperta tutti, soprattutto l’Arcigay di Savona.

A pubblicizzare la cura per “guarire”dall’omosessualità sarebbe stato il 64enne medico di famiglia Fabio Vaccaro, secondo il quale si diventerebbe omosessuali a causa di dinamiche familiari che causano crisi di identità.  Una persona gay soffrirebbe di problemi psichici causati da problemi in famiglia e che possono essere curati solo attraverso una terapia.



L’Arcigay di Savona ha immediatamente denunciato il fatto all’ordine dei medici, affinché possa essere preso un provvedimento contro il medico. Purtroppo sembrerebbe che non ci sia stato alcun riscontro. La speranza, però, è l’ultima a morire e ci si augura che l’ordine intervenga con delle sanzioni e ribadisca che l’omosessualità non è una malattia o una patologia, non necessita di nessuna cura.

Commenti