Focolaio nell’hotel della quarantena: lavoratori contagiati dopo rapporti sessuali con ospiti positivi

Focolaio nell’hotel della quarantena: lavoratori contagiati dopo rapporti sessuali con ospiti positivi

Le autorità australiane hanno avviato un’indagine giudiziaria sul nuovo focolaio scoppiato nello stato di Victoria che, secondo gli inquirenti, sarebbe stato scatenato da alcuni lavoratori a contratto che non hanno seguito i protocolli di un hotel utilizzato per mettere in quarantena gli arrivi internazionali.


Tra le varie violazioni riferite agli inquirenti, sarebbe stato accertato che alcuni operatori avrebbero “intrattenuto” gli ospiti dell’hotel Stamford Plaza di Melbourne avendo dei rapporti sessuali.


Il premier di Victoria, Daniel Andrews, ha annunciato giovedì che il governo statale avrebbe fornito 3 milioni di dollari per sostenere l’inchiesta. In precedenza ha affermato che alcuni casi tra fine maggio e inizio giugno potrebbero essere collegati a una violazione del controllo delle infezioni nel programma di quarantena dell’hotel.


Oltre a 31 casi, che sono stati collegati all’hotel Stamford Plaza di Melbourne, altre infezioni, secondo le indagini, sarebbero connesse all’hotel Rydges on Swanston sempre a Melbourne.