Festa abusiva in villa, 350 invitati senza distanziamento: denunciati padre e figlio

Festa abusiva in villa, 350 invitati senza distanziamento: denunciati padre e figlio

Assembramento a Porto Ercole, in provincia di Grosseto, dove sarebbe stata organizzata una mega festa privata con 350 invitati, trascurando le norme sul distanziamento sociale.

Padre e figlio, organizzatori del party, sarebbero stati denunciati dai carabinieri, intervenuti intorno alle 2 di notte a causa della forte musica proveniente dalla villa all’Argentario. Ai loro occhi si sono presentati centinaia di giovani, tutti privi di dispositivi di protezione individuale.


Non sono mancate, tra le altre cose, anche le segnalazioni dei vicini per denunciare quanto stava accadendo. Padre e figlio dovranno rispondere, in concorso, dei reati di trattenimenti pubblici senza licenza, apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo, disturbo della quiete pubblica e violazione del divieto di assembramenti.

Ma non è tutto: nella notte, tra le altre cose, sembrerebbe essere scoppiata pure una rissa per futili motivi e un ragazzo sarebbe rimasto ferito. In più, gli autori, 6 giovani di cui 4 minorenni, sarebbero stati individuati e denunciati. I ragazzi, infatti, avrebbero tentato la fuga subito dopo la rissa ma i militari li avrebbero trovati.