Da Roma nuove misure per contenere l'emergenza: stop alle feste, limitazioni nei matrimoni e smart working

Da Roma nuove misure per contenere l’emergenza: stop alle feste, limitazioni nei matrimoni e smart working

Da Roma nuove misure per contenere l’emergenza: stop alle feste, limitazioni nei matrimoni e smart working

Stop alle feste pubbliche, limitazioni nelle celebrazioni private e smart working incentivato. Sono queste alcune delle misure attualmente al vaglio dal Governo nazionale che potrebbero essere contenute nel nuovo Dpcm che verrà presto firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, con lo scopo di contenere l’incremento dei contagi da Coronavirus in questa nuova fase di emergenza sanitaria.


Da Palazzo Chigi si punta principalmente a scongiurare gli assembramenti e, per questo, la condizione principale sembra essere quella di vietare quegli eventi nei luoghi o nei locali pubblici.


Potrebbero essere concesse, invece, quelle feste private, come le cerimonie matrimoniali, pur rispettando un limite massimo di partecipanti. Sempre da Roma sembrano destinate a giungere disposizioni eccezionali per quanto riguarda il lavoro svolto da casa tramite smart working, con l’intento così di limitare la presenza di personale negli uffici.

Al vaglio del Governo anche una rigorosa stretta sulla vendita degli alcolici da asporto oltre le ore 22. Per quanto riguarda i locali, infine, potranno rimanere aperti quegli esercizi che garantiscono la consumazione al tavolo e con il relativo distanziamento tra clienti.

Immagine di repertorio