Crede di essere affetta dal Coronavirus, maestra si lancia dalla finestra e muore sul colpo

Crede di essere affetta dal Coronavirus, maestra si lancia dalla finestra e muore sul colpo

Una donna di 45 anni, maestra d’asilo e madre di un bambino, si è suicidata nelle scorse ore nel quartiere Portuense a Roma, credendo di essere affetta dal Coronavirus.


Secondo quanto riportato dai colleghi de Il Messaggero, la vittima avrebbe iniziato ad accusare nei giorni scorsi della tosse che avrebbe alimentato la sua paura per il “nemico invisibile”.


In preda al panico e credendo di essersi ammalata, la 45enne si sarebbe sottoposta al tampone ma non avrebbe atteso l’esito dell’esame, decidendo di farla finita.


Dopo aver scritto un biglietto d’addio, la donna si sarebbe dunque lanciata nel vuoto, sporgendosi da una finestra dell’appartamento di un quinto piano, schiantandosi sul marciapiede sottostante.



La presenza del corpo della vittima sarebbe stata notata da alcuni passanti, i quali avrebbero immediatamente dato l’allarme credendo che la donna fosse stata colta da malore. L’intervento del medico legale ha confermato il decesso.

Vi ricordiamo che esistono psicologi ed esperti validivolontari e numeri d’emergenza sempre attivi. Tra questi ultimi si elencano:

  • Telefono Amico 199.284.284;
  • Telefono Azzurro 1.96.96;
  • Progetto InOltre 800.334.343;
  • De Leo Fund 800.168.768.

Immagine di repertorio