Black make-up, la matita nera protagonista da sempre: i consigli per realizzare un trucco completo

Black make-up, la matita nera protagonista da sempre: i consigli per realizzare un trucco completo

CATANIA – Qual è il desiderio più grande di una donna in queste sere calde e “sudate” di mezza estate? Sicuramente un make-up completo, facile, veloce e, magari, realizzato con pochi strumenti.


Impossibile? Eppure con la sola matita nera, immancabile nel beauty case di ogni donna, è possibile compiere il “miracolo”. Parliamo del black make up, il trucco che sta spopolando tra le teenagers, e che bene si addice anche a chi ha superato i trenta, i quaranta e più anni.


Di moda tra le fashion addicted, esalta ulteriormente la pelle abbronzata, donando al viso sensualità e fascino, utilizzando il colore nero come protagonista indiscusso per occhi e labbra.


Ma scopriamone i segreti e catturiamo i preziosi consigli di Maurizio Calcagno, makeup artist di Catania.



È abbastanza facile – ci rassicura Maurizio -, basta usare una matita morbida waterproof (dato che siamo in estate), oppure un eyeliner in gel (quello in vasetto) da stendere anche sulle labbra” .

GLI OCCHI

Stendere la matita nera sulla palpebra mobile, e con un pennellino – o più semplicemente con un dito – andarlo a sfumare su parte della palpebra fissa e verso i lati dell’occhio. Maggiore è la cremosità della matita, più efficace sarà il risultato.

Ci possono stare dei punti luce, con tratti di eyeliner bianco per contrasto, e con all’angolo interno dell’occhio, un po’ di bianco o di argento“, dice il nostro esperto. Sono fondamentali per creare più spazio e volume sulla palpebra, conferendoci un aspetto più fresco e dinamico. Con il punto luce nell’angolo interno, invece, si aumenta otticamente la distanza tra gli occhi.

Ma attenzione: è di fondamentale importanza valorizzare le cigliaanche se finte, rigorosamente molto evidenti” che daranno ancora più enfasi allo sguardo, rendendo l’insieme molto teatrale.

Fonte immagine realstylenetwork.com 

LE LABBRA

Le labbra dark si sposano alla perfezione con ogni tipo di pelle e colore, ma sono più indicate per chi le ha carnose e ben definite, considerato che di norma i colori scuri tendono ad assottigliarle. Ma nel black makeup tutto è concesso, anche il nero per chi ha labbra sottili: la parola d’ordine è “osare“.

Esistono in commercio rossetti color nero – dice Maurizio – ma è possibile utilizzare sempre la stessa matita oppure l’eyeliner in gel, avendo l’accortezza di non creare uno strato spesso, per evitare che si formino crepe. In questo caso, parliamo di total black makeup. In alternativa si possono usare rossetti nude o rouge noir (rosso con moltissima aggiunta di nero)“.

Il risultato è assicurato: labbra super sensuali che attireranno lo sguardo di tutti.

Fonte immagine archiviobeauty.vanityfair.it

LE GUANCE

Per le guance – ci consiglia il makeup artist -, bisogna fare un conturing con tinte leggermente grigiastre; valorizzare il contorno dello zigomo con tinte dal tabacco al tortora. È di grandissima moda mettere gli illuminanti sotto lo zigomo, sul mento, sulla punta del labbro, per creare dei punti luce. Essi possono essere in forma liquida o polverosa; d’estate è preferibile usare quelli in polvere“.

Il black makeup è di chiara ispirazione dark gothic. Questa moda ha preso piede grazie alla musica post-punk di fine anni ’70 e si è evoluta in moltissime varianti sino ai giorni nostri, i cui look vengono spessissimo legati anche a fumetti, film come icone di stile. Caratterizzata da visi pallidi, in contrasto con eyeliner, rossetto e matita nera senza limiti, vestiti scuri e “tombali” ha dato vita a svariate e particolari figure: si passa dalla donna vampira alla donna strega, sino ad arrivare al look gothic lolita dei giorni nostri. Le labbra nere sono, appunto, uno dei simboli più iconici e sfruttati in questo ambito, ma esibite adesso con molto stile e nello stesso tempo stravaganza.

Eppure il nero è classificato come non-colore, a tinta omologante. In realtà il nero è un manifesto, un invito a scoprire il proprio mondo al di là dell’apparenza.

Fonte immagine in evidenza dreamstime.com