Bimbo autistico ha una crisi, la mamma chiede aiuto alla polizia: agenti aprono il fuoco

Bimbo autistico ha una crisi, la mamma chiede aiuto alla polizia: agenti aprono il fuoco

Una storia sconvolgente è quella che ha dovuto vivere una madre che vive in Utah, negli Stati Uniti, quando davanti ai suoi occhi la polizia del luogo ha aperto il fuoco sul figlioletto disabile.


Tornata dal primo giorno di lavoro dopo un anno di stop, Golda Barton avrebbe trovato suo figlio Linden Cameron in preda a una crisi causata dall’ansia della separazione dalla madre e aggravata dal suo autismo, dunque decide di chiedere aiuto chiamando il 911. Al suo arrivo, la polizia avrebbe intimato al 13enne di calmarsi e di sdraiarsi a terra, ma dopo 5 minuti di richieste non ascoltate, avrebbero aperto il fuoco sul ragazzino, colpendolo svariate volte.


Linden non era armato e non stava facendo del male a nessuno, voleva solo attirare l’attenzione, mentre invece è stato gravemente ferito alla spalla, alle caviglie, all’intestino e alla vescica.


La mamma, ancora sconvolta, rimane accanto al suo piccolo da giorni e informa della sua salute i suoi amici sui social, invitandoli anche ad aiutarla a sostenere le tasse dell’ospedale in cui Linden è ricoverato.



Fonte immagine gofoundme.com