Anziano 91enne ucciso a bastonate e coltellate: tracce di DNA incastrano la nipote 26enne

Anziano 91enne ucciso a bastonate e coltellate: tracce di DNA incastrano la nipote 26enne

Sembra farsi chiarezza sul caso relativo all’anziano 91enne, Carlo Antonio Lopatriello, ucciso con 11 bastonate e 26 coltellate nella sua abitazione a Marconia di Pisticci, vicino Matera.


Secondo quanto emerso dalle indagini, tracce di DNA rinvenuto nell’appartamento e sul bastone – arma del delitto – avrebbero mostrato la responsabilità della nipote 26enne Carmen Federica Lopatriello, arrestata dalla polizia.


Da 5 anni la ragazza accudiva il nonno e si occupava della casa, oltre a gestire la sua pensione. Pare che la giovane abbia agito al culmine di una lite generata, con tutta probabilità, a seguito di questioni economiche e di diverbi riferiti alla vita della 26enne.


A insospettire i poliziotti sarebbero stati alcuni atteggiamenti di Carmen Federica Lopatriello che, per esempio, avrebbe consegnato agli agenti tutti i filmati delle telecamere di videosorveglianza eccetto tre. In questi si vedevano chiaramente le scarpe che avrebbe indossato al momento dell’omicidio, gettate dalla nipote in una piazzola di sosta poco dopo l’uccisione.



Immagine di repertorio