Anni ’50: un miracolo catanese

Anni ’50: un miracolo catanese

franz_cannizzo

CATANIA – Quello che in questi anni di collezionismo ho avuto modo di scoprire durante la mia appassionata ricerca di foto antiche, e la conseguente contestualizzazione di esse, è stata la scoperta che gli anni ’50 dello scorso secolo sono stati per Catania un periodo d’oro, irripetibile.




Nascerò nel decennio successivo, figlio del baby boom Italiano, ma durante i ’50 la città è animata da una grandissima vitalità, in ogni settore, ma in quello urbanistico in modo particolare.

Catania concepisce e realizza tutte le opere più significative degli ultimi decenni, come Fontanarossa, l’Excelsior, il Palazzo di Giustizia, il “Metropolitan”, la zona industriale, il Corso Sicilia, il “risanamento” di San Berillo, la litoranea della Plaja, la Catania-Siracusa e la Catania-Gela, i primi tratti delle autostrade per Palermo e Messina, la circonvallazione a monte della città, la litoranea piazza Europa-Ognina, il nuovo palazzo Inam e la nuova sede Rai di via Passo Gravina, il grattacielo, si attivano le linee ferroviarie elettrificate per Messina e Siracusa.


Questa domenica alcuni degli scorci più belli della città durante quel decennio.

Commenti