Acquisto di usato: quale garanzia per chi acquista?

Acquisto di usato: quale garanzia per chi acquista?

La vendita di beni tra privati (auto, cellulari, fotocamere, ecc.) rappresenta un mercato in continua espansione, agevolato ormai dalla facilità con la quale è possibile trovare qualsiasi cosa su internet e a pochi passi da casa. Ma quali sono le garanzie per chi acquista?

Per non ostacolare le vendite tra privati e alleggerire di responsabilità il venditore, la legge ha limitato al minimo le tutele per l’acquirente, ponendo a carico di questi un dovere di diligenza nel verificare che il prodotto sia in buono stato di manutenzione.


Durata della garanzia

E’ questo certamente il problema più importante da affrontare: il valore della garanzia tra privati e la sua durata.



La prima cosa che ci si chiede quando si affronta il problema della garanzia nella vendita di oggetti usati tra privati è quanto tempo dura la garanzia. Al contrario delle vendite di prodotti nuovi ai consumatori (per le quali la garanzia è sempre di due anni), il privato che vende un oggetto usato non è tenuto a fornire una garanzia per un periodo determinato: la sua responsabilità copre solo i difetti esistenti, e non prevedibili, al momento della vendita stessa. Se ad esempio acquisto un televisore usato e dopo una settimana questo si fonde per un problema già ben noto al venditore, quest’ultimo sarà tenuto alla riparazione o restituzione di una parte del prezzo. Viceversa, se il televisore si rompe semplicemente perché troppo vecchio, il venditore non risponderà di nulla.

In ogni caso, per far valere la garanzia, l’acquirente deve denunciare il difetto al venditore entro 8 giorni dalla sua scoperta: a tal fine, deve inviargli una raccomandata a.r. o una Pec in cui gli fa presente di aver rilevato il difetto e gli chiede di garantirlo; dovrà altresì fare causa entro un anno dal momento in cui ha ottenuto la consegna dell’oggetto.

Quali sono i difetti coperti da garanzia?

Deve trattarsi di vizio o difetto che renda inutilizzabile il prodotto acquistato e il vizio non doveva essere conosciuto o conoscibile dall’acquirente al momento dell’acquisto. Se ad esempio acquisto un’autovettura usata da un privato e dopo dieci giorni dall’acquisto la vettura si ferma in quanto si rompe una turbina, quello sarà certamente un vizio coperto da garanzia, in quanto l’acquirente non poteva conoscere del vizio con la normale diligenza.

È pertanto sempre opportuno, in caso di acquisto tra privati, prima verificare sempre nel dettaglio le caratteristiche e le qualità del prodotto che si vuole acquistare, al fine di evitare di ritrovarsi con un prodotto rotto o difettoso dopo qualche giorno ed avere grandi difficoltà nel recuperare la somma investita.